archivio Mensile febbraio 2018

Ruote in gomma per carrelli

 Cosa sono le ruote in gomma per carrelli?

Chi almeno una volta nella vita non ha visto uno di quei carrellini con le ruote in gomma? Sono disponibili diverse versioni di questa gamma di ruote, come ad esempio quelle in gomma morbida o in plastica. Esistono di diverse dimensioni a seconda della variante di carello al quale verrà applicata, ovviamente è sempre consigliabile acquistare una ruota in gomma con una portata leggermente maggiore a quella che effettiva, così da evitare ogni eventuale problematica. Inoltre, è opportuno scegliere attentamente la tipologia di ruota a seconda del peso che dovrà reggere. Nel caso si voglia utilizzare le gomme per carrelli gonfiabili è preferibile caricare un peso non troppo eccessivo, mentre per quanto riguarda le gomme piene si ha la possibilità di utilizzarle tranquillamente anche per carichi maggiori senza alcun tipo di problema.

A cosa servono le ruote in gomma per carelli?

Le ruote in gomma per carelli consentono di spostare grandi attrezzi senza alcuna difficoltà, inoltre possono essere adoperate anche per spostare scaffalature del tipo industriali senza l’ausilio di alcun macchinario. Vengono spesso adoperate anche all’interno dei locali commerciali, come ad esempio quelli di abbigliamento che le utilizzano per spostare gli espositori in legno. Grazie alla possibilità di scegliere la dimensione delle ruote in gomma per carelli è possibile rendere agevole il movimento di vari carrelli in pochissimo tempo.

L’utilizzo delle ruote in gomma per carelli nell’edilizia.

Questa tipologia di gomme vengono sempre più adoperate dalle aziende edili per rendere più agevoli gli spostamenti dei vari attrezzi da lavoro come compressori e altro e in alcuni casi vengono installate alla base dei ponteggi così da poterli spostare in maniera facile e veloce senza dover per forza smontare il tutto. Infine, possono essere adoperate anche alle betoniere.

Profili di protezione in gomma

Cosa sono i profili di protezione in gomma?

I profili di protezione in gomma sono un elemento molto importante che va a proteggere tutte quelle zone a rischio d’urto come ad esempio spigoli, angoli e tutte quelle zone a rischio. Esistono diverse tipologie di profili di protezione in gomma, e variano principalmente tra loro per le dimensioni e per lo spessore della gomma che varia a seconda del tipo di protezione che deve garantire.  Inoltre variano anche a seconda della composizione con la quale vengono realizzati.

Come vengono realizzati i profili di protezione in gomma?

La realizzazione dei profili protettivi in gomma avviene tramite la fusione del materiale sotto forma di granuli che una volta compresso viene estruso grazie l’utilizzo di appositi estrusori con la forma finale che i profili devono ottenere. Successivamente vengono fatti raffreddare così da garantire ai profili stessi robustezza ma allo stesso tempo elasticità che gli consentirà di attutire eventuali colpi in modo pratico e sicuro. Durante la produzione di tali profili in gomma vengono selezionate diverse tipologie di plastiche sotto forma di pellets che una volta fuse insieme creano un materiale plastico altamente resistente.

In quali ambiti vengono adoperati principalmente i profili di protezione in gomma?

L’utilizzo dei profili di protezione in gomma è davvero molto vario, vengono adoperati sia all’interno di immobili privati, sia all’interno di grandi industrie. In quest’ultimo caso vengono spesso installati nella zona carico e scarico dei veicoli per proteggere le pareti d’ingresso ai magazzini. Per quanto riguarda l’utilizzo privato, solitamente vengono applicati ai bordi dei garage e in alcuni casi anche vicino eventuali spigoli o angoli all’interno della casa. Ovviamente questi sono solo alcuni dei molteplici utilizzi dei profili di protezione in gomma, che possono essere adoperati in moltissimi modi differenti a seconda delle proprie necessità.

Lastre gomma alta temperatura

Cosa sono le lastre di gomma alta temperatura?

Le lastre di gomma per alte temperature sono delle lastre realizzate con una particolare miscela di gomme che una volta unite rendono il tutto particolarmente resistente a temperature superiore ai 100°c. esistono diverse tipologie di lastre di gomma per alte temperature che variano tra loro principalmente per dimensioni, spessore e resistenza termica. Ovviamente questa varietà di gomma trova impiego in diversi settori a seconda dello spessore della stessa, come ad esempio per la realizzazione di guarnizioni per motori termici e altri.

Come avviene la realizzazione delle lastre di gomma ad alta temperatura?

La realizzazione delle lastre di gomma resistenti alle alte temperature avviene mediante pressatura di un mix di gomme diverse, selezionate per ottenere un prodotto finale che resista alle alte temperature senza alcun tipo di problema. Una volta fatto ciò la gomma fusa viene inserita all’interno di una pressa di tipo industriale che comprimendola le dona la forma finale e lo spessore desiderato. Successivamente si procede con l’eliminazione di eventuali tracce di gomma in eccesso e sbavature dovute appunto dalla pressione che il macchinario imprimeva sulla gomma. Infine, si procede con il taglio delle lastre a seconda della misura richiesta.

In quale ambiti vengono maggiormente utilizzate le lastre di gomma ad alta temperatura?

Le lastre di gomma resistenti alle alte temperature vengono spesso utilizzate per la produzione di guarnizioni per motori termici e altre tipologie di motori. Ciò permette di ottenere una guarnizione elastica che allo stesso tempo resista a temperature che talvolta superano i 100°c. Inoltre, con le lastre di gomma resistenti alle alte temperature è possibile realizzare anche oggetti di uso comunque come ad esempio dei sottopentole.

Piedini in gomma antivibranti

Cosa sono i piedini in gomma antivibranti?

I piedini in gomma antivibranti sono un dispositivo che solitamente viene adoperato alla base di frigoriferi, lavatrici e altri elettrodomestici per evitare brusche vibrazioni che oltre a essere fastidiose in quanto causano rumore, potrebbero danneggiare alcuni componenti degli elettrodomestici rovinando anche le superfici su cui appoggiano. Esistono diverse tipologie di piedini in gomma antivibranti che variano tra loro principalmente per le dimensioni e per il peso complessivo che riescono a reggere, e se sono di tipo industriale o meno.

Come avviene la produzione dei piedini in gomma antivibranti?

La produzione di tali elementi avviene mediante fusione di diverse varietà di plastica che consentono al prodotto finale di ottenere rigidezza ma allo stesso tempo anche elasticità che smorza le vibrazioni dell’apparecchio alle quali sono collegati. Successivamente vengono rifiniti manualmente così da eliminare ogni tipo di sbavatura e imperfezione che potrebbe manometterne il corretto funzionamento una volta installati. Infine, all’interno del piedino antivibrante viene inserita un’anima in acciaio che presenta una filettatura così da permettere al piedino stesso di essere collegato alla base degli elettrodomestici o altro.

In che ambiti vengono adoperati i piedini in gomma antivibranti?

Come detto prima i piedini in gomma antivibranti vengono adoperati in moltissimi settori diversi come ad esempio al di sotto degli elettrodomestici e delle macchine industriali per evitare di rovinare le componenti interne e in alcuni casi anche il pavimento sottostante. Spesso vengono installati anche alla base dei compressori per aria compressa, infatti, questi apparecchi durante la ricarica provocano non poche vibrazioni che grazie ai piedini in gomma vengono smorzate  quasi completamente. Infine, possono essere adoperati anche alla base di mobili e armadi porta attrezzi.