Archivio Categoria Articoli tecnici in gomma

Fustellatura gomma

Fustellatura

Cos’è la fustellatura della gomma?

La fustellatura della gomma non è altro che il taglio della stessa. Questa operazione viene realizzata mediante l’ausilio di grossi macchinari di precisione che riescono a realizzare tagli con una precisione millimetrica. Il taglio della gomma tramite fustellatura consente di ottenere dei prodotti con uno spessore di pochi millimetri che è perfetto per la realizzazione di guarnizioni per motori termici, elettrici e tanto altro ancora. Esistono principalmente due tipi di taglio mediante fustellatura, quello a macchina e quello a mano libera. Ovviamente quello a macchina permette di ottenere dei risultati decisamente migliori rispetto a quello realizzato a mano.

Quali sono le diverse forme che si ottengono con la fustellatura?

Grazie all’utilizzo della fustellatura della gomma è possibile ottenere una vasta gamma di prodotti differenti. Infatti,  grazie a questa straordinaria  tecnica di taglio si possono ottenere oggetti in gomma con forme complesse senza alcun problema. Un’altra funzione molto importante della fustellatura è la possibilità di realizzare incisioni davvero piccole come ad esempio quelle per il passaggio viti o bulloni. Mediante l’uso della fustellatrice è possibile realizzare guarnizioni spesse come un foglio di carta, oppure guarnizioni di tipo industriale che necessitano di uno spessore maggiore che in alcuni casi arriva anche a 10cm o più.

Come funziona la fustellatura della gomma?

La fustellatura della gomma avviene tramite una pressa di tipo industriale che applicando una pressione su di uno stampo in acciaio riesce a ricavare l’oggetto desiderato in pochissimi secondi. Grazie all’aiuto degli stampi è possibile ricreare molti prodotti differenti con l’ausilio di un solo macchinario, riducendo notevolmente i costi di gestione. La fustellatura è una tecnica davvero innovativa che consente di realizzare prodotti in gomma con un costo di realizzazione davvero basso. Inoltre, grazie all’ausilio delle macchine la possibilità di errore si azzera, consentendo la produzione di svariati oggetti.

Estrusione poliuretano

Cover tablet in poliuretano

Cos’è l’estrusione del poliuretano?

L’estrusione  del poliuretano è un processo semplice e può essere effettuata anche da piccole aziende grazie ai pochi macchinari necessari. Con questo tipo di materiali si possono realizzare un’infinita di prodotti, sia per uso professionale, sia  per il fai da te a seconda delle richieste del cliente finale. In questo articolo andremo a vedere insieme quali sono le caratteristiche del poliuretano e quali sono i suoi principali utilizzi nei diversi settori.

Quali sono le principali caratteristiche del poliuretano?

Il poliuretano solitamente viene unito ad altre sostanze che gli conferiscono particolari caratteristiche. Nel corso degli anni il poliuretano ha assunto moltissime  potenzialità che gli hanno consentito di diventare uno dei materiali maggiormente utilizzato, sia in ambito edile, sia in quello delle industrie di tutto il mondo. È un materiale che si adatta molto bene ad un utilizzo intensivo grazie alla sua straordinaria resistenza agli agenti atmosferici e all’usura. In alcuni casi il poliuretano estruso può avere anche delle caratteristiche ignifughe che gli consentono di resistere a temperature elevate, senza però prendere fuoco. Questa particolare caratteristica lo rende idoneo anche all’installazione vicino a fonti di calore e all’interno di locali a rischio d’incendio.

Quali sono gli usi del poliuretano estruso?

In base all’uso che deve essere fatto del poliuretano, è possibile produrre una grande varietà di prodotti. Il poliuretano estruso sotto forma di lastre, solitamente viene adoperato nella produzione di isolanti per frigoriferi.  Mentre se  il poliuretano viene ridotto in fibre sottilissime può essere adoperato nella produzione di capi d’abbigliamento economici. Infine, viene usato anche per la realizzazione di cover per cellulari e tablet, elastici e componenti di giochi. Insomma, il poliuretano estruso viene  adoperato in vari settori differenti, con un costo di realizzazione tra i più bassi in commercio e con un’infinità di prodotti da poter realizzare.

Coperture gomme Montebelluna

Copertura di gomma allo stadio

Cosa sono le coperture di gomma?

Le coperture in gomma  negli ultimi anni hanno trovato impiego in tanti settori differenti, da quello edile fino ad arrivare al fai da te e alle grandi industrie. Sul territorio nazionale sono presenti molte aziende specializzate in coperture, una di queste si trova a Montebelluna. Le coperture in gomma possono essere di vario tipo a seconda delle finalità d’utilizzo. Ci sono coperture in gomma per uso intensivo, oppure per uso hobbistico. In questo articolo andremo a vedere nello specifico come vengono prodotte e quali sono i suoi principali utilizzi.

Come avviene la produzione delle coperture in gomma?

La produzione delle coperture in questione avviene innanzitutto scegliendo il mix di gomma da fondere. Una volta selezionata la gomma si procede con la fusione mediante dei grandi forni e forme in ghisa o metallo. Ovviamente le coperture possono essere realizzate in base alle richieste del cliente così da possedere le dimensioni esatte fornite del cliente stesso. Ovviamente la realizzazione delle coperture più grandi richiedono un costo di produzione maggiore ma consentono di ottenere un prodotto finale perfetto in tutte le sue parti.

In quali ambiti vengono adoperate le coperture in gomma?

Le coperture in gomma vengono adoperate principalmente per realizzare coperture di tipo industriale come ad esempio la costruzione di capannoni o di campetti da calcio coperti.  Possono essere adoperate anche per la costruzione di coperture per gli stadi in cui vengono svolte le partite di calcio delle grandi squadre. Insomma con questo tipo di coperture è possibile realizzare vari tipi di lavori differenti, con un costo minore rispetto a quello della classica muratura e con una messa in posa molto semplificata e con tempistiche decisamente minori.  Vengono adoperate anche per le  caratteristiche uniche, come la maggiore resistenza agli agenti atmosferici come acqua e vento.

Articoli in gomma

Articoli in gomma

Cosa sono gli articoli in gomma?

Gli articoli in gomma non sono altro che oggetti in gomma di vario genere e utilizzo che vengono realizzati mediante una lavorazione particolare che si chiama stampaggio. Infatti, grazie a questo tipo di lavorazione è possibile realizzare tanti prodotti per diversi utilizzi senza alcun problema. Ovviamente prima di procedere con la realizzazione di tali articoli bisogna scegliere attentamente la gomma da utilizzare così da ottenere un prodotti finito ottimale. Andiamo a vedere insieme come vengono realizzati gli articoli in gomma.

Come avviene la realizzazione degli articoli in gomma?

La realizzazione degli articoli in gomma avviene utilizzando una pressa di tipo industriale che, grazie all’elevata pressione adoperata, comprime la plastica fusa all’interno di due stampi che a loro volta danno vita al prodotto finale. Ovviamente il prodotto una volta uscito dagli stampi non sarà pronto; infatti, ci sarà bisogno di una seconda lavorazione che andrà a rimuovere eventuali sbavature o gomma in eccesso dalla superficie. Con questo tipo di lavorazione è possibile realizzare moltissimi prodotti impiegando poco tempo. Infatti per realizzare un prodotto differente basterà semplicemente sostituire gli stampi e scegliere la gomma più idonea per la produzione di tale oggetto.

In quali ambiti sono maggiormente utilizzati gli articoli in gomma?

Gli articoli in gomma trovano impiego in quasi ogni ambito, dall’edilizia fino ad arrivare all’uso domestico. Ciò è dovuto in parte alla facilità di realizzazione e in parte alle innumerevoli tipologie di plastiche esistenti. Infatti, grazie allo stampaggio è possibile realizzare prodotti come sottopentole, spatole e tanto altro ancora. Inoltre, i prodotti realizzati in gomma possono essere adoperati anche all’interno di industrie, fabbriche e piccoli negozi. È possibile realizzare supporti, espositori, porta attrezzi e tanto altro ancora. Insomma, gli articoli in gomma sono davvero tantissimi ed è impossibile elencarli tutti.

Tubi aria compressa: cosa sono e a cosa servono

Tubi aria compressa

I tubi aria compressa negli ultimi anni hanno subito un processo di evoluzione non indifferente, che gli consente di resistere tranquillamente anche alle pressioni più elevate, come quelle prodotte da compressori di tipo industriale. Esistono diversi tipi di tubi per aria compressa, che si distinguono tra loro principalmente per le dimensioni e la resistenza alle alte pressioni.  Ovviamente maggiore sarà lo spessore della gomma e  del suo rivestimento e maggiore sarà la resistenza alla pressione dell’aria che scorrerà all’interno del tubo. Ma andiamo a vedere insieme come vengono realizzati questi straordinari tubi per aria compressa.

Come vengono costruiti i tubi per aria compressa?

La costruzione dei tubi per l’aria compressa richiede particolari attenzioni, in primo luogo per la tipologia di gomma che viene  utilizzata per la fusione e successivamente per le fibre metalliche o sintetiche che vengono inserite all’interno del tubo, le quali garantiscono maggiore resistenza alle alte pressioni. Mediante l’estrusione della gomma a pressione elevata, il tubo acquisisce una durevolezza maggiore che dura a lungo nel tempo con una resistenza superiore alla pressione. Infine, per solidificare il tubo, si utilizza una vasca con acqua fredda che indurisce la gomma in pochissimo tempo, ottenendo il prodotto finito e pronto all’uso.

In quali settori vengono utilizzati i tubi per aria compressa?

I tubi aria compressa vengono utilizzati in molti settori diversi, come l’industria meccanica, quella alimentare e le officine meccaniche. Grazie alla resistenza alle alte pressioni, possono essere adoperati anche con grandi compressori di tipo industriale,  come quelli che si trovano presso le officine meccaniche o nelle autorimesse. Insomma, i tubi in gomma per aria compressa svolgono un lavoro semplice, ma allo stesso tempo essenziale, permettendo all’aria compressa di scorrere al loro interno con pressioni davvero elevate, senza alcun problema, durando anche  a lungo nel tempo.

 

Tappeti di gomma: caratteristiche e utilizzo

Tappeti di gomma

Negli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso dei tappeti di gomma per uso industriale. In questo articolo andremo ad analizzare meglio questi prodotti innovativi così da capire quali sono le caratteristiche e gli utilizzi. Infatti, i tappeti in gomma sono una soluzione pratica e facile da installare per evitare cadute  dovute alla presenza di acqua o altre sostanze sui pavimenti. I tappeti in gomma possono avere caratteristiche differenti e trovano impiego all’interno delle grandi aziende agricole, nelle palestre e nei locali commerciali.

Come vengono prodotti i tappeti di gomma?

La realizzazione dei tappeti in gomma avviene mediante fusione. Successivamente la gomma fusa viene messa all’interno di appositi stampi e una volta solidificata prende forma il tappeto. Ovviamente a seconda del tipo di tappeto che si vuole realizzare, è adoperato  un determinato stampo. Ad esempio se si vuole realizzare un tappeto di gomma a bolle, lo stampo dovrà presentare dei fori affinché si possano creare le suddette bolle.

Quanti tipi di tappeti in gomma esistono?

Sul mercato odierno è possibile trovare diversi tipi di tappeti che variano principalmente per spessore, tipo di gomma e impiego finale. Quelli  maggiormente utilizzati sono i tappeti a bolle, che grazie a questa particolare forma garantiscono una superficie antiscivolo. Inoltre, consentono all’acqua di scivolare sulla superficie del tappeto, rendendo il tutto più sicuro.

Dove vengono utilizzati i tappeti in gomma?

I tappeti di gomma vengono adoperati per ricoprire le pavimentazioni industriali, ad esempio all’interno di aziende agricole e fabbriche. Inoltre, vengono utilizzati anche all’interno di luoghi pubblici e privati come palestre e struttura pubbliche. Alcuni tipi di tappeti in gomma possono essere usati anche all’interno di industrie meccaniche, garage e autorimesse. Insomma i tappeti in gomma trovano utilizzo in tantissimi luoghi, permettendo di proteggere i pavimenti sottostanti e garantendo una maggiore sicurezza.

I campi applicativi del poliuretano stampato

Per le caratteristiche di morbidezza, scarsa deformabilità e per il confort che il materiale è capace di offrire, il poliuretano costituisce una scelta sempre più utilizzata dalle industrie, soprattutto quelle del settore automobilistico e del motociclismo: la maggior parte dei sedili o dei poggiatesta, ma anche gli accessori di protezione, quali le ginocchiere, sono realizzati proprio di questa materia plastica. I campi d’impiego, tuttavia, spaziano e giungono fino alla nautica ed all’arredamento: il poliuretano è, infatti, un isolante termico, in grado di garantire un non trascurabile risparmio energetico.

Caratteristiche del poliuretano

Il poliuretano è un polimero termoindurente, ottenuto combinando poliolo e isocianato: il risultato è una schiuma di fibre sintetiche che, una volta solidificata, può assumere caratteristiche diverse in termini di flessibilità, rigidezza, ignifugazione. E, naturalmente, di forma. Tale varietà è realizzata per incontrare e soddisfare le molte esigenze di mercato e la destinazione del prodotto: una maggiore densità del poliuretano, ad esempio, lo rende particolarmente adatto alla composizione di protezioni per il corpo; viceversa un prodotto più flessibile e morbido è il principale costituente di sedili, poggiatesta o cuscini.

Lo stampaggio del poliuretano

In virtù della versatilità del materiale plastico, un processo molto diffuso è quello dello stampaggio del poliuretano. L’obiettivo è la realizzazione di imbottiture, profili e sagome immediatamente utilizzabili e per le quali non occorre alcun taglio o rifinitura: il prodotto è foderabile e pronto per la commercializzazione. Il processo di stampaggio del poliuretano consiste nella iniezione della schiuma componente la materia plastica in speciali stampi, realizzati su misura al fine di ristornare gli esemplari richiesti con assoluta perfezione e con le caratteristiche richieste: un prodotto semifinito già preformato. In base alle proprietà del poliuretano, le aziende si avvalgono di due tipologie di stampo: quelle per una materia ad alta pressione, che generalmente sono in alluminio, e i calchi in resina.

Guarnizioni in gomma fustellate

Guarnizioni in gomma fustellate

La varietà delle guarnizioni

Dalle più piccole a quelle di grandi dimensioni, siano esse fustellate o lisce, in gomma o in materiale metallico e sotto forma di cornici, rondelle o dischetti, la funzione delle guarnizioni è sempre la medesima: garantire la totale sigillatura di raccordi, innesti e connessioni, impedendo fuoriuscite del contenuto dei tubi, sia esso gas o liquido. Per adempiere a tale, fondamentale, compito è indispensabile che la guarnizione sia dotata di una buona elasticità e morbidezza, onde potersi adattare alle superfici ed aderirvi perfettamente. Accanto a tale requisito, occorre che queste componenti mostrino una buona resistenza all’abrasione, all’azione di composti chimici aggressivi, all’umidità ed all’azione di agenti atmosferici che potrebbero corrodere la guarnizione e renderne necessaria la sostituzione.

Le guarnizioni in gomma

Capace di soddisfare egregiamente i requisiti sopra esposti, la gomma è uno dei materiali maggiormente utilizzati per la realizzazione di guarnizioni, soprattutto quelle fustellate, largamente richieste nel settore delle automazioni, elettrico ed idraulico. La motivazione che soggiace a tale successo è dovuto, oltre all’adattabilità del materiale alle superfici da connettere, anche alle caratteristiche fisiche, chimiche e meccaniche che la gomma riesce a mantenere inalterate anche in condizioni di alta pressione e temperatura, garantendo tenuta ed affidabilità.

Guarnizioni in gomma fustellate: precisione ed esperienza a servizio delle aziende

La fustellatura è un processo di taglio complesso teso ad ottenere una guarnizione che si adatti perfettamente al supporto: linee curve, spezzate, buchi e bordi vengono riportati sul prodotto finito con estrema precisione in modo da adattarsi perfettamente al supporto. Le guarnizioni in gomma fustellate, in particolare, vengono prodotte tramite tranciatura o intaglio eseguito a freddo su lastre di materiale compatto o espanso, ma è possibile ottenerne anche in nylon o poliuretano. Le imprese produttrici, come Mediatec SRL, azienda veneta leader nella lavorazione di materie plastiche, offre alla propria clientela una grande vastità di mescole tra i quali scegliere: gomma telata, neoprene, dutal, eseguendo fustellature secondo le indicazioni del committente.

Profilati in gomma

Profilati in gomma

Cosa sono i profilati in gomma?

Un lungo tubo di gomma piena e più o meno rigida, tagliato secondo un disegno longitudinale determinato precedentemente: è questo che si intende ottenere con i profilati in gomma, elementi ricavati per estrusione ed impiegati dalla produzione industriale. Richiesti per ricavarne guarnizioni, ma anche paracolpi, bordini e distanziali, infatti, i profilati vengono realizzati su misura per soddisfare ogni tipo di necessità. Dal settore automobilistico ai mobilifici, dalla produzione di giocattoli al comparto edile, i profilati in gomma trovano ampia applicazione e sono impiegati per finiture o come dispositivi di protezione, facendosi apprezzare non solo per la funzionalità, ma soprattutto per le proprietà delle materie plastiche.

I materiali e le tecniche impiegate per la produzione dei profilati in gomma

Diversi sono i polimeri che è possibile impiegare per la realizzazione di profilati in gomma. Tale flessibilità nel processo produttivo è necessario per rendere il tubo performante ed adatto allo scopo per il quale sarà impiegato: caratteristica fondamentale dei profilati è, infatti, di essere ottenuti su precisa indicazione del committente, sia in termini di forma o di lunghezza, che di qualità dei polimeri impiegati. Il materiale plastico maggiormente utilizzato, comunque, resta l’elastomero Ethylene Propylene Diene Monomer o, più semplicemente, EPDM: la gomma cruda viene spinta per estrusione in una matrice per ottenere il profilo che, successivamente, sarà soggetto a un processo di vulcanizzazione per conferire elasticità al prodotto finito.

Profilati in gomma coestrusa

Le aziende produttrici propongono alla clientela un ricco campionario di proposte: profilati in gomma autoestinguente in silicone, ignifughi, dotati di adesivo. Una nuova frontiera è certamente la gomma coestrusa: grazie ad un particolare processo produttivo, infatti, è possibile ottenere materiali diversi nello stesso profilato, ad esempio combinare gomma compatta e gomma espansa. Il materiale termoplastico, utilizzando componenti come SBS o il TPU, permette dunque di ottenere una parte rigida ed una parte morbida nello stesso prodotto, rendendo i profilati ancora più personalizzabili.

Rotelle in gomma

Rotelle in gomma

L’importanza delle rotelle in gomma

Se è uso comune sostenere che le imprese sono chiamate a far progredire in avanti qualità, produzione e fatturato, allora certamente lo fanno viaggiando sulle rotelle di gomma! Fuor di metafora, le ruote sono davvero alla base dell’efficienza di una qualsiasi azienda, in qualsivoglia campo essa operi: carrelli, macchinari tipografici, ponteggi per l’edilizia, tutto si muove su ruote. Scegliere delle funzionali rotelle in gomma non è così semplice come potrebbe sembrare: sono diversi i fattori che è necessario tenere in considerazione per evitare al prodotto una vita troppo breve dovuta ad un attacco sbagliato, ad un materiale troppo morbido o facilmente attaccabile da agenti che potrebbero inficiarne il funzionamento.

Composizione delle rotelle

Le rotelle in gomma sono principalmente composte da tre elementi: un mozzo, generalmente di alluminio o di materia plastica, la gomma e la piastra o altro supporto di aggancio all’apparecchio da sostenere e che può permettere un fissaggio costane o girevole delle ruote. Il cerchio della rotella gira intorno ad un perno, per strisciamento, oppure grazie ad un cuscinetto che viene bloccato tramite un seeger; il dispositivo di connessione alla struttura sovrastante può avvalersi di una piastra, di un perno o di un foro con passante centrale oppure, ancora, di espansi in gomma.

Come scegliere le rotelle in gomma

È importante specificare che non esistono criteri univoci per identificare la migliore tra le rotelle in gomma che i produttori propongono. E ciò si spiega con il fatto che ogni situazione ha delle esigenze particolari da soddisfare in termini di peso, di condizioni del terreno, di presenza di sostanze chimiche dell’azione di agenti atmosferici, di temperatura, di umidità. Una buona ruota deve, oltre a sostenere adeguatamente il peso, deve garantire aderenza alla superficie, maneggevolezza e scorrevolezza, limitando al contempo la rumorosità. In merito alla gomma, una piena semielastica garantisce una maggiore resistenza all’usura.

1 2 8