Archivio Categoria Tubi in gomma

Tubi di gomma long length: di cosa si tratta?

Tubi di gomma long length

Sul mercato è possibile trovare diversi tipi di tubi in gomma che vengono adoperati nei più svariati settori industriali, da quello petrolifero fino ad arrivare a quello alimentare. I tubi di gomma long length solitamente sono realizzati mediante estrusione e vengono adoperati nel campo del petrolio e in quello alimentare.  Inoltre, servono anche per il passaggio di aria compressa e acqua ad alta pressione, come ad esempio negli autolavaggi o altre attività industriali e commerciali che necessitano di sistemi ad aria compressa.

Come sono realizzati i tubi di gomma long length?

Questo tubi in gomma sono studiati e realizzati per garantire flessibilità e resistenza alle alte temperature. Grazie alla loro particolare conformazione si rivelano particolarmente resistenti, quindi anche quando sono sottoposti a stress non si rompono facilmente. Inoltre, grazie a particolari caratteristiche tecniche, i tubi ong length possono resistere senza alcun problema anche al passaggio di benzina, agenti chimici aggressivi e molti altri prodotti che distruggerebbero qualsiasi altro tipo di tubo. Ogni tubo prima di essere messo in commercio deve superare dei rigorosi controlli di qualità, così da garantire all’acquirente finale un prodotto perfetto in ogni dettaglio, dalla copertura esterna fino ad arrivare al cuore del tubo.

Tubi long length: quali sono le possibili applicazioni?

I tubi che rientrano in questa tipologia, si adattano molto bene a qualsiasi tipo di utilizzo per via della loro particolare resistenza agli agenti corrosivi quali acidi e combustibili e alla resistenza all’alta pressione. Infatti, oltre agli utilizzi descritti in precedenza, vengono utilizzati anche per lo scarico di prodotti petroliferi all’interno di raffinerie e sulle navi per spostare il petrolio. Nel settore alimentare trovano impiego all’interno delle fabbriche che producono alimenti liquidi, nel settore della chimica e in fine per il passaggio di aria compressa e acqua ad alta pressione.  Sono quindi molto versatili e indispensabili nel settore industriale e commerciale.

 

Sicurezza, igiene, longevità degli impianti di trasformazione alimentare

La salvaguardia ed il mantenimento di alti standard igienici costituisce, soprattutto nel comparto alimentare, una delle maggiori priorità: garantire infatti un trasporto sicuro delle materie prime o del prodotto finito è assolutamente indispensabile. In tale ottica, si è obbligati ad utilizzare materiali atossici ed adeguatamente trattati per il passaggio di alimenti solidi o liquidi, capaci di resistere alle diverse caratteristiche dei composti; d’altro canto, dal punto di vista aziendale è importantissimo avvalersi di condotte e tubi che possano assicurare longevità all’impianto, capaci di garantire una buona resistenza all’usura e allo stress di utilizzo dovuto alla pressione, alla temperatura e alla viscosità o all’attrito esercitato dal materiale che vi passerà all’interno.

Cosa sono i tubi spiralati alimentari

Nella filiera alimentare largo impiego trovano i tubi spiralati: con la loro anima in acciaio zincato, questa speciale tipologia di condotte è capace di offrire resistenza agli urti ed assicurare una buona longevità all’impianto industriale; le pareti interne, generalmente lisce, sono adatte al passaggio di liquidi, solidi e semisolidi e permettono una agevole pulizia ed una manutenzione costante. I tubi spiralati alimentari devono inoltre soddisfare i requisiti fissati dal Regolamento Europeo n. 10 del 14 Gennaio 2011 atto a regolare nel dettaglio i materiali in plastica destinati a venire in contatto con le materie prime del comparto agricolo e alimentare.

Varietà dei tubi spiralati per ogni genere di alimento

La necessità di trasporto del materiale spiega il largo uso dei tubi spiralati alimentari e la loro varietà. Vi è, infatti, la necessità di prelevare liquidi, quali ad esempio acqua, vino, olio e latte grazie a pompe sommerse, di provvedere all’immagazzinamento dei prodotti agricoli secchi, come i cereali, tramite tubi di aspirazione, fino al trasferimento tra i vari macchinari che forniranno il prodotto finito. Una simile vastità di impiego è speculare alla varietà delle sostanze da incanalare, tra cui materiali oleosi, grassi o fermentati. Per ogni esigenza, i tubi spiralati alimentari rappresentano un’ottima soluzione.

Tecnopolimeri ad alta resistenza: una frontiera inesplorata

Le materie plastiche, soprattutto nell’arco degli ultimi sessanta anni, sono state al centro di un grande sviluppo: tali ricerche hanno portato alla creazione di una vastità di prodotti le cui potenzialità, per alcuni versi, sono ancora non del tutto note. È ad esempio il caso dei tecnopolimeri, materiali termoindurenti con caratteristiche chimiche, fisiche e meccaniche assolutamente inimmaginabili, con una rigidità tale da poter essere paragonata ai metalli: insomma, una gamma di plastica innovativa, resistente a temperature fino a 300° C, con una versatilità tale da essere usata nell’ingegneria edile e aerospaziale, nei laboratori chimici, dell’industria automobilista per la produzione di pistoni e di connettori.

Le caratteristiche dei tecnopolimeri

Gli engineering plastics o polimeri ad alta resistenza sono dunque materie plastiche dalle proprietà eccezionali in termini di rigidità e resistenza a temperature elevate, ma le caratteristiche non si fermano solo a questi aspetti: è infatti interessante ricordare come essi riescano a combinare anche una straordinaria duttilità, costituendo un connubio perfetto tra durezza e lavorabilità. La longevità assicurata dai polimeri ad alta resistenza, unita alla resistenza a forti carichi statici e dinamici, inoltre, conferisce a queste particolari materie plastiche la capacità di poter essere impiegate nei campi applicativi più disparati.

Alcuni tecnopolimeri ad alta resistenza

Se da un lato le proprietà eccezionali sono comuni a tutti i tecnopolimeri ad alta resistenza, con tale nomenclatura ci si riferisce ad una serie di materie plastiche diverse, dall’ABS alle resine acetaliche, dai poliammidi ai polifeleneteri. Tra i tecnopolimeri, particolarmente celebre è il policarbonato, usato nell’industria medica, nell’ingegneria civile ed industriale, ma anche per realizzare dispositivi antinfortunistici, per gli oblò degli aerei, ma anche come componente per gli involucri esterni degli smartphone, per la sua resistenza ai graffi o alle cadute. Materiali plastici, facilmente reperibili nel mercato sotto forma di lastre, manicotti e barre, che si pongono come una frontiera innovativa per l’ingegneria.

Stampaggio articoli in gomma

Articoli in gomma su misura

Ottenere degli articoli in gomma, in quantità modeste così come su larga scala, da impiegare nel ciclo produttivo di una impresa o di uno stabilimento industriale è oggi possibile grazie allo stampaggio, servizio che viene offerto alla clientela da alcune aziende specializzate nella lavorazione di materie plastiche. Pezzi, dunque, realizzati su misura: ventose, contenitori, componenti di macchinari elettromedicali, tubi, giocattoli, componenti impiegati del settore automobilistico sono solo alcuni dei prodotti che lo stampaggio di articoli in gomma permette di creare sagome nelle quali è possibile porre inserzioni metalliche o tessili, ad esempio raccordi di giunzione.

Processi di stampaggio degli articoli in gomma

Le modalità di stampaggio degli articoli in gomma sono tre e si differenziano non solo per le modalità di esecuzione, ma anche per la qualità del risultato finale. Nello stampaggio ad iniezione, si immette gomma calda in uno stampo elaborato precedentemente: è un metodo piuttosto economico, che ristorna un prodotto uniforme e privo di sbavature e che spesso è preludio ad ulteriore assemblaggio per creare articoli più complessi. Il metodo a compressione, viceversa, è più adatto a produzioni piccole o medie e consiste nella vulcanizzazione della gomma tramite l’esercizio della forza di una pressa, la cui intensità può variare da poche tonnellate ad alcune centinaia. Quello “a transfer” o “per trasferimento”, infine, consiste nell’iniezione di materiale grezzo quando lo stampo sta per chiudersi: una sorta di metodo combinato tra i due precedenti.

L’importanza di affidarsi ad aziende specializzate

Per lo stampaggio di articoli in gomma è assolutamente importante affidarsi ad aziende, come la Mediatec SRL, che offrono un servizio completo non solo nell’accuratezza della realizzazione, ma che assistano il cliente in tutte le fasi, dallo studio del disegno alla creazione dello stampo, dalla verifica delle campionature alla scelta delle finiture e fino ad arrivare alla consulenza sulla scelta dei polimeri migliori per ottenere le migliori prestazioni dagli articoli prodotti.

Olio: un composto delicato

L’olio è un liquido particolarmente importante per le sue applicazioni che sono certamente nell’industria alimentare, ma non solo. Ed è un composto molto delicato: la sua capacità di assorbire sostanze chimiche, odori e sapori è davvero enorme e deve essere una priorità per i produttori di tubi, per i frantoi e per le aziende il poter tutelare gli olii extravergine prodotti in un territorio, come quello italiano, votato all’eccellenza. Olii diversi, minerali o idraulici, sono basilari per la trasmissione di potenza in impianti siderurgici, ove vengono impiegati ad alta o altissima pressione. Per motivi differenti, allora, i tubi di gomma destinati all’olio devono avere caratteristiche qualitative di notevole livello.

Tubi di gomma per l’olio d’oliva

Per ciò che concerne il trasporto e la lavorazione dell’olio di oliva, la normativa di riferimento è costituita principalmente dai regolamenti europei CE 1935/04, avente ad oggetto i materiali a contatto con gli alimenti, e CE 2023/06 sulle buone pratiche di fabbricazione. Per i tubi di gomma per olio, è fondamentale, ai fini della sicurezza, che siano privi di ftalati, composti chimici che vengono normalmente usati come agenti plastificanti e che potrebbero disperdersi nel liquido. Le condotte hanno a rinforzo una treccia di acciaio, dato che l’olio raggiunge una pressione di circa 10 bar.

Tubi di gomma per olio idraulico

Gli impianti industriali, ma anche le macchine agricole, sfruttano spesso la trasmissione di forza spingendo l’olio idraulico ad altissima pressione. I tubi di gomma maggiormente utilizzati sono gli spiralati o, molto più comunemente, quelli trecciati: alla base della preferenza di questi ultimi vi è senza dubbio la maggiore flessibilità della conduttura. I tubi industriali lavorano in condizioni particolari, con olio che ha un range termico compreso tra i -40°C ed i +135°C ed occorre, pertanto, che garantiscano resistenza, affidabilità, sicurezza e longevità: molti tubi di gomma per olio montano anche più di una di trecce d’acciaio per adempiere a tali standard qualitativi.

Tubi per aria: un universo vastissimo

Incanalare l’aria e sfruttarne le potenzialità in termini di forza, attraverso l’aria compressa, ma anche convogliare i fumi di scarico di una cucina in un ristorante o, ancora, creare delle condotte di aspirazione: l’impiego dei tubi per aria, in una piccola azienda come in un grande stabilimento industriale, è indispensabile ed occorre sapere scegliere il materiale più consono all’utilizzo ed alle esigenze particolari, dal momento che la scelta è ampia tra alluminio, poliestere, gomma, poliuretano, poliammide. Se, infatti, esistono tubi diversi per componenti, diametro, portata e resistenza alle temperature, ci si può avvalere della qualificata consulenza delle aziende produttrici, il cui personale porrà a frutto la propria competenza e la propria esperienza.

Aria compressa

Fondamentale tanto ad un gommista o un meccanico, quanto ad un hobbista o a grandi impianti di produzione industriale, l’aria compressa è una risorsa preziosa e potenzialmente infinita: immagazzinata in appositi serbatoi e spinta a pressione, solitamente per un valore non superiore ai 20 bar, in una serie di tubi, l’aria aziona una serie di utensili, dal martello pneumatico all’avvitatore, fornendo notevole forza. Ma non solo. Gli utilizzi sono molto vasti e spaziano dal campo delle sospensioni all’industria aeronautica, dalla produzione di armi sportive all’ambito medicale.

Tubi per aria compressa

I tubi per l’aria compressa si contraddistinguono anzitutto per la qualità della superficie della camera interna, che deve garantire un basso indice di attrito al passaggio dell’aria.  I materiali maggiormente utilizzati per la produzione dei tubi per aria sono il polietilene ed il rilsan. Interessante è la proposta dell’azienda veneta Mediatec che propone un tubo in poliuretano antiabrasivo, dotato di rinforzo in fibra di poliestere: grazie alla qualità del prodotto, questo particolare tubo per aria è capace di sopportare temperature che oscillano da -35°C a +80 °C; e ciò senza sacrificare la flessibilità, condizione necessaria per tubi che richiedono di essere facilmente spostati.

Requisiti di un impianto di aspirazione

Resistenza all’azione di solventi e alla tensione che potrebbe cagionare fessurazioni e lacerazioni, sicurezza e longevità sono le principali caratteristiche che dovrebbe avere un tubo spiralato destinato alla aspirazione di particelle polverose, di fumi o gas, di trucioli. Tali condotte, infatti, sono di solito sottoposte ad un forte stress meccanico dovuto a diverse componenti: oltre alla viscosità o alla granulosità del materiale aspirato, verso il quale il tubo deve opporre la giusta resistenza, vi è anche l’aggressività chimica di eventuali vapori o gas esausti, la pressione interna alla condotta, gli strappi ai quali potrebbe essere sottoposto, l’azione degli agenti atmosferici. Occorre avvalersi, dunque, di tubi di alta qualità, con standard certificati secondo le direttive della Comunità Europea.

Tubo spiralato per aspirazione

Il tubo spiralato si rivela essere una soluzione ottimale per gli impianti di aspirazione: l’anima di rinforzo interna più o meno grossa, che può essere in acciaio o altro materiale metallico così come in PVC antiurto, conferisce al tubo un’ottima capacità di resistere alle sollecitazioni; d’altro canto la particolare forma a spirale della condotta permette di aumentare la rigidità anulare del prodotto contro lo schiacciamento. Una condotta simile, in definitiva, risulta essere sicura ed affidabile.

Varietà di tubi per soddisfare le esigenze più disparate

La versatilità non è tra le qualità di un prodotto come il tubo spiralato per aspirazione, dal momento che la qualità varia in base all’utilizzo: è dunque importante leggere attentamente le caratteristiche del pezzo acquistato ed attenersi alle destinazioni di impiego. In commercio, infatti, è possibile trovare tubo spiralato per aspirazione di fumi ad alte temperature, magari dotato di doppio strato ed arricchito in fibra di vetro, ignifugo o autoestinguente; d’altro canto la resistenza che la parete interna dovrebbe offrire nel caso di impiego nel campo dell’agricoltura o dell’industria, con il passaggio di segature o grani, influenza la scelta della canna, liscia o ruvida.

 

Tubi spiralati alimentari

Sicurezza, igiene, longevità degli impianti di trasformazione alimentare

La salvaguardia ed il mantenimento di alti standard igienici costituisce, soprattutto nel comparto alimentare, una delle maggiori priorità: garantire infatti un trasporto sicuro delle materie prime o del prodotto finito è assolutamente indispensabile. In tale ottica, si è obbligati ad utilizzare materiali atossici ed adeguatamente trattati per il passaggio di alimenti solidi o liquidi, capaci di resistere alle diverse caratteristiche dei composti; d’altro canto, dal punto di vista aziendale è importantissimo avvalersi di condotte e tubi che possano assicurare longevità all’impianto, capaci di garantire una buona resistenza all’usura e allo stress di utilizzo dovuto alla pressione, alla temperatura e alla viscosità o all’attrito esercitato dal materiale che vi passerà all’interno.

Cosa sono i tubi spiralati alimentari

Nella filiera alimentare largo impiego trovano i tubi spiralati: con la loro anima in acciaio zincato, questa speciale tipologia di condotte è capace di offrire resistenza agli urti ed assicurare una buona longevità all’impianto industriale; le pareti interne, generalmente lisce, sono adatte al passaggio di liquidi, solidi e semisolidi e permettono una agevole pulizia ed una manutenzione costante. I tubi spiralati alimentari devono inoltre soddisfare i requisiti fissati dal Regolamento Europeo n. 10 del 14 Gennaio 2011 atto a regolare nel dettaglio i materiali in plastica destinati a venire in contatto con le materie prime del comparto agricolo e alimentare.

Varietà dei tubi spiralati per ogni genere di alimento

La necessità di trasporto del materiale spiega il largo uso dei tubi spiralati alimentari e la loro varietà. Vi è, infatti, la necessità di prelevare liquidi, quali ad esempio acqua, vino, olio e latte grazie a pompe sommerse, di provvedere all’immagazzinamento dei prodotti agricoli secchi, come i cereali, tramite tubi di aspirazione, fino al trasferimento tra i vari macchinari che forniranno il prodotto finito. Una simile vastità di impiego è speculare alla varietà delle sostanze da incanalare, tra cui materiali oleosi, grassi o fermentati. Per ogni esigenza, i tubi spiralati alimentari rappresentano un’ottima soluzione.

Estensione tubi di gomma

Estensione tubi di gomma

Una valida opzione ad impianti particolarmente difficili

“La perfezione a questo mondo non esiste”: sembra davvero essere realtà. Questo lapidario assunto viene costantemente suffragato dall’esperienza quotidiana di tutti gli impiantisti: un raccordo non perfettamente allineato, uno scarico apparentemente impossibile da collegare, l’esigenza che impone la progettazione di condotte complicate e dispendiose. E tutte queste circostante hanno spesso un denominatore comune: la necessità di adattarsi ad una situazione preesistente. Che l’intervento sia dovuto ad integrare un sistema di trasporto liquidi o una condotta d’aria, oppure più semplicemente ad una riparazione, spesso utilizzare una estensione per i tubi di gomma risulta essere l’unica alternativa.

Tipologie delle estensioni dei tubi di gomma

Le estensioni dei tubi di gomma disponibili nel mercato oggi coprono tutti gli utilizzi delle normali condutture: dai sistemi di irrigazione e di impiego in campo agricolo agli scarichi domestici, fino ad arrivare a soddisfare precise richieste aziendali o industriali. Tali prodotti, infatti, possono essere impiegati per sollevare o trasportare prodotti petroliferi così come alimenti, incanalare acque o aria compressa e finanche materiale farmaceutico; sono, inoltre, disponibili degli elementi capaci di sopportare alte temperature. Ad ogni impiego, dunque, una estensione dei tubi di gomma adatta ed appositamente studiata da parte delle aziende produttrici, per soddisfare ogni tipo di esigenza che dovesse manifestarsi al cliente.

Semplicità, sicurezza, longevità

Agli accorgimenti tecnici delle estensioni, capaci di integrarsi in ogni sistema di conduttura, si accosta il pregio di poter congiungere agevolmente tubi diversi con dei semplici interventi: i raccordi di giunzione, disponibili in gomma o in acciaio inox, permettono un facile innesto e le proprietà di adattamento tipica dell’estensione rende il lavoro facilmente eseguibile. Mediatec SRL, azienda veneta leader nella lavorazione di materie plastiche e della gomma, offre alla propria clientela tubi flessibili di qualità, adatti per ogni tipo di esigenza e per ogni campo di impiego.

Lastre di gomma vulcanizzata

Lastre di gomma vulcanizzata

La principale caratteristica delle lastre di gomma vulcanizzata

Largamente impiegate per via della capacità isolante sia dal punto di vista termico che acustico, le lastre di gomma vulcanizzata sono utilizzate soprattutto in campo edile: costituendo una superficie che impedisce il propagarsi delle vibrazioni e delle onde sonore, soprattutto se posto in un pavimento, tale materiale è in grado di garantire un maggiore benessere a chi occuperà l’immobile. Già tale caratteristica sarebbe sufficiente ad apprezzare le qualità della gomma vulcanizzata, i cui pregi tuttavia non si limitano solo a tale importante aspetto: d’altro canto essi sono alla base della versatilità di tali lastre.

Il processo di vulcanizzazione della gomma

La vulcanizzazione è un processo chimico inventato nella prima metà del XIX secolo, che conferisce durezza e plasticità al caucciù naturale, rendendo la gomma resistente all’usura e all’attrito: i pneumatici delle automobili, a titolo esemplificativo, sono realizzati proprio con tale tecnica. La reazione chimica alla base della creazione della gomma vulcanizzata vede combinarsi a livello molecolare il caucciù con lo zolfo ed eventuali altri additivi chimici, messi a contatto tra loro, e fondersi insieme con l’impiego del calore: il composto che ne deriva è elastico, poco rigonfiabile, con una buona resistenza alle sollecitazioni meccaniche e all’abrasione.

Impieghi e riciclabilità delle lastre di gomma vulcanizzata

Le lastre di gomma vulcanizzata non possiedono solo proprietà isolanti, di maggior plasticità e durata rispetto al caucciù naturale, ma sono anche resistenti all’azione degli agenti atmosferici; atossiche e chimicamente stabili, esse sono impiegabili nel settore agricolo e nell’industria alimentare e sono naturalmente impermeabili all’azione di componenti gassosi. Tali caratteristiche ne spiegano il largo uso ed il successo di mercato. È interessante notare che recenti studi ne hanno promesso la totale riciclabilità grazie a processi di nuova generazione: se prima il trattamento della gomma vulcanizzata risultava complesso per via dei componenti chimici fusi nella struttura, l’impiego di recenti tecnologie ha mostrato una nuova frontiera, dando vita illimitata alle lastre.

1 2