Archivio Autore Mediatec Srl

Vendita spiralato PVC: alcune informazioni fondamentali

Sono molti gli ambiti della vendita spirato PVC. Vengono utilizzati in maniera importante nell’industria e in quasi tutti i settori. In ogni ambito in cui c’è la necessità di far passare o aspirare polveri, trucioli, filamenti tessili, fumi, aria, prodotti liquidi o solidi vengono usati i tubi spiralati.

Le caratteristiche del tubo in PVC

La vendita spiralata PVC si può trovare in molte gamme di colori: possiamo trovarlo bianco, giallo, rosso, diverse gradazioni di grigio, nero o verde. È possibile crearlo anche trasparente se è necessario, al fine di verificare il contenuto che viene trasportato all’interno del tubo.

La caratteristica spirale ha lo scopo di far diventare il tubo più solido e resistente. Viene creata con acciaio zincato ed è dotata di un passo normale e uno ridotto in base alle esigenze del mercato. In alcuni casi specifici, la spirale del tubo viene rinforzata con fibra di poliestere. 

Esistono delle varianti speciali del tubo PVC spiralato, in alcuni casi la parete esterna viene stabilizzata alla luce, reda idonea per il passaggio di alimenti alcolici fino al 28% o grassi con una concentrazione fino al 50%. Altri ancora presentano caratteristiche specifiche per il trasporto di diesel, blue diesel e altre tipologie di oli. 

Dove viene utilizzato lo spiralato in PVC

La vendita spiralato PVC è talmente vasta che è impossibile indicare tutti gli ambiti in cui viene applicata. Il tubo in PVC viene usato nell’industria alimentare, in quella pneumatica, nell’idraulica, nell’oleodinamiche e nell’industria chimica, oltre che in ambito enologico. 

Oltre a quelle già elencate, il tubo spiralato può essere utilizzato negli impianti di irrigazione o nelle aziende che lavorano nell’ambito dello spurgo fognature e pozzi neri.

Alcune applicazioni particolare possiamo trovarle per le vasche idromassaggio o per gli impianti di alimentazione o riciclo delle piscine, questi sostituiscono i conosciuti tubi rigidi.

Alcuni esemplari, inoltre, vengono creati espressamente per essere utilizzati in climi con temperature rigide.

Supporti antivibranti in gomma: come attenuare le vibrazioni

I supporti antivibranti in gomma sono degli oggetti che vengono ideati per attenuare le vibrazioni che vengono prodotte da grandi impianti oppure da piccole meccaniche che emettono delle vibrazioni che a lungo nel tempo potrebbero danneggiare il macchinario stesso.

Parliamo di prodotti in gomma che hanno dei piccoli appoggi con cui vengono collegati e fissati alle varie macchina per cui vengono realizzati. 

I supporti antivibranti devono essere costruiti tenendo conto del peso e della forza che le varie macchine andranno a esercitare su di essi. Vengono realizzati con materiali molto resistenti e che assorbono in modo ottimale le vibrazioni.

Perché è importante utilizzare i supporti in gomma

Per le macchine, che per il loro funzionamento producono molte vibrazioni è importante utilizzare i supporti antivibranti in gomma per diversi motivi.

Primo tra tutti la durata nel tempo del macchinario, le vibrazioni continue usurano le componenti interne della macchina e ne diminuiscono la sua durata nel tempo. Oltre all’usura interna, i macchinari possono creare vibrazioni che propagano all’esterno creando dei danno alle strutture e ad altri macchinari che si trovano nello stesso luogo. 

Ultimo, ma non meno importante, le vibrazioni creano un ambiente di lavoro meno vivibile per tutti i lavoratori, rischiando di provocare anche problematiche a livello uditivo. 

La realizzazione dei supporti in gomma

Per realizzare i supporti antivibranti in gomma, è necessario estrudere la plastica che viene pressata all’interno di stampi creati appositamente.

Ogni diverso supporto necessita di un mix di plastiche differenti, in questo modo saranno robusti ma anche flessibili riuscendo a ridurre le vibrazioni. 

I supporti antivibranti possono avere diverse dimensioni ed essere destinati ai più svariati utilizzi.

I più utilizzati e conosciuti sono quelli che vengono adoperati su piccoli e grandi elettrodomestici: lavatrice e asciugatrice o lavastoviglie. Grazie a questo piccolo pezzo di gomma la vita della vostra macchina sarà più lunga e con un costo molto più basso di manutenzione. 

Semilavorati in plastica: tutto quello che c’è da sapere

Cosa intendiamo per semilavorati plastici?

I semilavorati in plastica sono degli oggetti che vengono realizzati in plastica partendo dai polimeri. Possono essere utilizzati in diversi settori: edilizia, industria e fai da te. I metodi attraverso i quali si possono ottenere i semilavorati possono essere: compressione, estrusione, colatura, iniezione, polimerizzazione.

Subito dopo la realizzazione, è necessario che i semilavorati vengano sottoposti a un ulteriore lavorazione: piallatura, lavorazione meccanica, piegatura, tornitura e tranciatura. I semilavorati plastici vengono usati in molti settori con un costo di realizzazione molto basso. 

Le caratteristiche dei semilavorati

La caratteristica più importante dei semilavorati in plastica è la versatilità che possiedono. Questa tipologia di materiale può essere utilizzata per creare articoli di tutte le forme e le dimensioni in modo veloce e pratico. 

I semilavorati plastici sono la migliore soluzione per creare oggetti sia di piccole che di grandi dimensioni in plastica, sia per il basso costo di produzione sia per l’elevato numero di prodotti finiti che si possono realizzare. 

Durante la fase di produzione dei semilavorati si riesce a portare a temine ogni lavorazione nel migliore dei mondi in quanto si adatta a qualsiasi processo in maniera flessibile. 

Vediamo alcuni dei prodotti che possono essere realizzati: barre forate o tonde, lastre piane, blocchi colati e fogli sottili. 

Gli utilizzi dei materiali in plastica

I semilavorati in plastica possono essere utilizzati in settori molto diversi: fai da te, edilizia, grandi e piccole industrie, settore alimentare, settore della carta e medicinale.

Questi materiali sono davvero di facile utilizzo ed è possibile realizzarli in tutte le forme desiderate in base alle esigenze.

I semilavorati plastici presentano un costo di lavorazione davvero molto basso ed è proprio questa una delle principali motivazioni per cui vengono scelti.

Attraverso semplici lavorazioni è possibile far assumere ai materiali plastici moltissime forme differenti.

Sono molto resistenti nel tempo e adattabili a molteplici utilizzi, sia che parliamo di realizzare tubature sia nel caso di tegole in plastica.

Tubo gomma per idrocarburi: principali utilizzi

Cosa sono gli idrocarburi

Gli idrocarburi, sono dei composti organici che necessitano di essere spostati spesso attraverso un apposito tubo gomma per idrocarburi.

Potreste aver visto questa tipologia di tubo all’interno di navi, bacini di carico e scarico, a bordo di autocarri oppure all’interno degli stabilimenti nelle linee di produzione.

L’utilizzo del tubo gomma

Il tubo gomma per idrocarburi viene utilizzato per spostare prodotti petroliferi di qualsiasi tenore aromatico: benzina, diesel, la creazione di linee per il trasporto di grasso e oli per il sistema idraulico, linee di trasporto per aria mista o all’interno di sistemi di sfiato.

Le caratteristiche di questi tubi comprende anche il trasporto di prodotti petroliferi ad alta pressione e il passaggio di trasmissioni idrauliche a bassa pressione.

Tipologie tubo per idrocarburi

Il tubo gomma per idrocarburi si divide principalmente in due categorie principali: il Long Lenght Estruso e il Mandrino. 

Quando parliamo di Long Lenght Estruso si intende un tubo che può sostenere una pressione al suo interno fino a 20 bar, ha perfetto raggio di curvatura (il tubo riesce a flettersi anche con basse temperature o al contrario con temperature troppo alte), ha un’alta tenuta all’abrasione e forte resistenza alle condizioni atmosferiche. A queste già importante caratteristiche possiamo aggiungere un’ottima resistenza alla pressione e la possibilità di utilizzo su sistemi di pressatura. 

Il tubo Mandrino presenta invece le seguenti caratteristiche: è resistenze all’ozono, all’abrasione, agli oli minerali e all’invecchiamento. La pressione che può essere esercitata al suo interno varia tra i 5 e 20 bar, la sua pressione allo scoppio, invece, può variare tra i 15 e i 60 bar a seconda del tipo di tubo. La temperatura che può sostenere è tra i -25°C e +80°C. Caratteristica che lo contraddistingue è l’antistaticità. 

Ogni tipologia di tubo ha le sue precise caratteristiche che lo contraddistinguono dagli altri e che lo rendono utili per specifici utilizzi.

Tubo flessibile gomma per vapore, caratteristiche principali

Cosa sono i tubi per vapore?

Il tubo flessibile gomma per vapore, è un tubo mandrino che viene realizzato appositamente per il trasporto del vapore. Questa tipologia di tubazione viene creata applicando un sottostrato di gomma sintetica liscia con una copertura resistente sia alle alte temperature che agli agenti esterni, all’invecchiamento e all’ozono.

Solitamente le diverse tipologie di tubo si differenziamo per diametro, variabile tra i 10 millimetri e i 100 millimetri e per la temperatura di lavoro che può essere compresa tra -40°C e +164°C. 

Come abbiamo visto, la gomma è un materiale molto versatile che si adatta a diverse tipologie di impiego soprattutto per la sua elevata resistenza alle temperature elevate. 

Le caratteristiche dei tubi flessibili

Il tubo flessibile gomma per vapore si può trovare in diverse versioni che si contraddistinguono per diametro, capacità di aspirazione, pressione e temperatura di utilizzo. Trasportando vapore, tutti i tubi in gomma vengono realizzati in una gomma che resiste al vapore e alcuni modelli vengono realizzati con uno strato di gomma abrasiva e antistatica per una maggiore adattabilità alle specifiche esigenze.

Si possono, inoltre, rinforzare maggiormente i tubi per vapore inserendo tessuti tecnici e spirali in acciaio. 

I tubi in gomma sono molto resistenti agli agenti atmosferici e riescono a mantenere le caratteristiche originali per un range di temperature davvero esteso.

Quali sono gli ambiti di utilizzo dei tubi in gomma?

Dall’industria alimentare al settore chimico, sono molti gli ambiti di utilizzo dl tubo flessibile gomma per vapore. 

Alcune tipologie di tubi vengono realizzati espressamente per impieghi multipli all’interno di grandi ambienti industriali.

Vediamo alcuni esempi per l’utilizzo di questi tubi: vengono utilizzati per il trasporto di vapore saturo, essenziale per sterilizzare e per operazioni di pulizia.

I servizi che possono essere fatti dalle industrie attraverso l’utilizzo dei tubi in gomma per vapore sono davvero molteplici.

Vendita lastre in plastica, come avviene?

Cosa sono le lastre in plastica?

La vendita lastre in plastica è molto attiva essendo questo materiale un ottimo sostituto per il vetro. Il vetro in alcune circostanze hai dei grossi limiti per questo motivo spesso, per la realizzazione di particolari strutture non è facile utilizzarlo. Proprio per questo motivo sono state realizzare le lastre in plastica che mantengono lo stesso effetto del vetro ma sono maggiormente durevoli e maggiormente affidabili.

Le lastre in plastica non sono trasparenti allo stesso livello del vetro ma hanno ulteriori caratteristiche che le contraddistinguono come robustezza e flessibilità.

Come si realizzano le lastre in plastica?

La vendita delle lastre in plastica comincia con la realizzazione delle lastre stesse. Per prima cosa vengono selezionati i pellet di plastiche di varie tipologie che successivamente verranno fusi e pressati all’interno di forme che gli daranno il loro aspetto finale.

Possiamo trovare molte misure diverse di lastre in plastica, queste dipendono dall’utilizzo che dovrà essere fatto delle stesse. Si possono utilizzare per la creazione di porticati, tettoie e altro.

Altra caratteristica importante è lo spessore delle lastre, più spessa sarà la lastra in plastica e maggiore sarà la sua robustezza ma, al tempo stesso, sarà meno facile piegarla o curvarla. In questi specifici casi sarà necessario avere una maggiore accortezza nell’applicazione per non rischiare la rottura della lastra.

Come vengono utilizzate le lastre in plastica?

La vendita lastre in plastica si presta per svariati utilizzi, possiamo utilizzarle per la creazione di lucernai, porticati, finestre ma anche per espositori di prodotti, etc.

Si tratta di un materiale molto duttile e a differenza del vetro, possiamo bucarlo, tagliarlo e modellarlo con molta facilità.

Possiamo utilizzare le lastre in plastica per creare un porticato con le volte a semicerchio, riuscendo a piegare le lastre in base alla curvatura desiderata, senza rischiare la rottura.

Altra caratteristica importante riguarda la modalità di fissaggio, si possono assicurare tramite delle semplici viti come quelle che vengono impiegate per il legno.

Tubi in gomma per acqua potabile: ecco cosa devi sapere

Cosa sono i tubi in gomma

I tubi in gomma per acqua potabile sono tubi che vengono realizzati con materiali plastici e possono essere piegati e conservati con comodità grazie alla gomma con la quale sono realizzati che si presenta molto morbida e malleabile.

Possiamo trovare diverse tipologie di tubi in gomma che si differenziano principalmente per la tipologia di utilizzo: industriale, alimentare e per uso privato.

Nelle case ad esempio possono essere utilizzati per il trasporto dell’acqua nei rubinetti in bagno o in cucina.

Quello che rende sicuri i tubi per l’acqua potabile è la loro composizione che si presenta priva di sostanze tossiche e che quindi annulleranno le possibilità di contrarre intossicazioni.

La realizzazione dei tubi in gomma

Per realizzare i tubi in gomma per acqua potabile per prima cosa bisogna considerare il fatto che dovranno essere atossici al 100%, per questo bisogna usare solamente plastiche atossiche e senza nessun componente chimico al suo interno per evitare qualunque alterazione dei liquidi.

I tubi in gomma possono essere sia standard oppure, sempre per acqua potabile, ma adatti alle temperature elevate.

Le caratteristiche dei tubi per acqua potabile

I tubi in gomma per acqua potabile possono essere utilizzati in molti ambiti differenti, riuscendo a fornire performance elevate grazie alla grande resistenza all’usura.

I tubi in gomma che trasportano acqua potabile hanno delle caratteristiche particolari. Devono avere una resistenza molto alta ma allo stesso tempo essere flessibili e non rompersi con il passaggio dell’acqua ad alte pressioni in quanto non possono rischiare la fuoriuscita dei materiali.

Per questo specifico motivo, i tubi in gomma vengono rinforzati con delle coperture all’interno che danno un’ulteriore sicurezza contro i rischi di rotture. In base alla tipologia di utilizzo si possono trovare nel mercato tubi di diverso spessore e diametro.

Stampaggio articoli tecnici in gomma: come funziona?

Cosa intendiamo per stampaggio?

Con stampaggio articoli tecnici in gomma parliamo di una lavorazione particolare che permette di creare dei prodotti per l’industria di alta qualità.

Attraverso la tecnica dello stampaggio si riesce a ottenere una massima precisione e a rispettare perfettamente: misure segnalate nel progetto, durezza della gomma e altre caratteristiche tecniche.

Essendo una tecnica ad altissima precisione è possibile ottenere molti prodotti in serie, tutti secondo le norme progettuali e definiti in ogni dettaglio con cura estrema.

Attraverso lo stampaggio è possibile, da parte del cliente, personalizzare i propri prodotti e richiedere lavorazioni ad hoc in base alle proprie esigenze.

Quali articoli tecnici possono essere stampati?

Con lo stampaggio articoli tecnici in gomma si possono realizzare molte tipologie di prodotti. Le lavorazioni delle gomme vengono create sulla base dei progetti che vengono forniti dal cliente: sia nel caso di lotti interi oppure di un semplice prodotto; attraverso la tecnica dello stampaggio possiamo soddisfare ogni vostra esigenza.

Con la lavorazione degli articoli tecnici si possono ottenere tappeti, lastre, fascette, collari, ruote o qualsiasi altro oggetti da utilizzare in svariati settori.

Ogni dettaglio degli articoli in gomma può essere realizzato in base alla destinazione finale e alla tipologia di funzione che l’oggetto stesso andrà a svolgere.

Le principali applicazione degli articoli tecnici

Lo stampaggio articoli tecnici in gomma è una tecnica di grande importanza per chi lavora nell’ambito industriale. Le tecnologie proposte, sempre all’avanguardia, danno la possibilità di ottenere prodotti che vanno ben oltre le nostre aspettative oltre a essere articoli di grande qualità e di ultima generazione.

Lo stampaggio degli articoli tecnici può essere una tecnica utilizzata sia per creare i primi macchinari sia per la manutenzione dell’impianto stesso.

Gli articoli tecnici creati con materiali plastici hanno la caratteristica di riuscire a ridurre le vibrazioni degli impianti, diminuire la rumorosità degli stessi e sopportare temperatura molto alte.

Semilavorati materie plastiche: caratteristiche di questa materia

Cosa sono le materie plastiche?

I semilavorati materie plastiche sono oggetti realizzati in plastica che vengono prodotti da polimeri. Le materie plastiche possono essere utilizzate in tanti settori, dall’edilizia, all’industria fino al fai da te.

Le tecniche attraverso cui si possono realizzare i semilavorati possono essere: compressione, estrusione, colatura, iniezione e polimerizzazione.

Quando i polimeri vengo torniti si possono utilizzare in molti settori con un costo di realizzazione contenuto.

Le caratteristiche dei semilavorati plastici

Semilavorati materie plastiche hanno delle caratteristiche particolari e sono importanti per la loro versatilità.

I materiali di cui stiamo parlando possono essere realizzati per creare oggetti di diverse forse e dimensioni in modo molto facile e veloce.

Le possibili realizzazioni sono: barre forate, barre tonde, lastre piani, blocchi colati o fogli sottili.

Scegliere i semilavorati plastici è la soluzione più semplice per realizzare oggetti sia piccoli che grandi.

I pregi dei semilavorati

I semilavorati materie plastiche possono essere acquistati al grezzo per poi essere ridefiniti nella fase di lavorazione finale e negli ultimi anni è la scelta più in crescita.

Parlando di grandi dimensioni è possibile fare delle ordinazioni anche di pochi pezzi che poi verranno tagliate o tornite in una fase successiva della lavorazione.

I semilavorati plastici hanno una buona resistenza agli urti e, utilizzati in componenti meccaniche, sono in grado di ridurre la rumorosità della macchina.

Le applicazione delle materie plastiche

I semilavorati materie plastiche possono essere utilizzati in molti settori.

Sono dei materiali molto versatili e di facile utilizzo oltre alla possibilità di donargli qualsiasi forma desiderata in modo molto semplice.

Il costo per la realizzazione dei semilavorati è uno tra i più bassi nel mercato e per chi gli utilizza ci sono dei notevoli risparmi.

Le materie plastiche sono tra i migliori prodotti che si possono trovare sul mercato e possono assumere molte forme differenti secondo le esigenze con semplici tecniche.

Tubi flessibili per prodotti chimici: sicurezza e garanzia

All’interno dei tubi flessibili per prodotti chimici passeranno materiali come: fluidi corrosivi, prodotti chimici caldi o velenosi. Per questo motivo sono necessari tubi che garantiscano un passaggio sicuro e che eliminino il rischio di contaminazioni.

È importante che queste sostanze siano trasportate in particolari tubi flessibili che non reagiscano chimicamente al passaggio di queste che potrebbero presentarsi aggressive; devono supportare il rigonfiamento che potrebbe essere causato da sostanze come i solventi e favorirne il naturale deflusso.

Per quanto riguarda le piattaforme di scarico nelle quali è importante muoversi in maniera agevole, è necessario che le condotte di trasporto sia creati in tubi flessibili create espressamente per il trasporto di prodotto chimici.

I materiali per realizzare i tubi per prodotti chimici

Uno dei sottostrati che vengono utilizzati per creare i tubi flessibili per prodotti chimici sono UPE e FEP. L’ultimo che abbiamo citato, si tratta di etilene propilene fluorurato: questo tipo di materiale è molto resistente ai solventi ma è più difficile da maneggiare in fase di realizzazione. Altri materiale che vengono utilizzati per creare tubi flessibili sono silicone, EPDM e PTFE. Il teflon o politetrafluoroetilene è ideale per garantire un attrito basso al passaggio delle sostanze e la sua composizione naturale risulta inalterata per temperature che oscillano tra -200°C e +260°C

Le caratteristiche dei tubi flessibili

Le richieste per la realizzazione di tubi flessibili per prodotti chimici derivano da diversi settori differenti come: piattaforme petrolifere, raffinerie, impianti industriali del settore alimentare, farmaceutico o cosmetico.

Per il corretto funzionamento sono necessarie determinate caratteristiche, oltre alla resistenza alla corrosione, agli urti e all’usura. È importante che i tubi flessibili resistano alla pressione di almeno 20 bar e nel caso di passaggio di calore alle alte temperature, raggiungendo anche i 200°C.

Per soddisfare al meglio questi particolari requisiti, i tubi flessibili vengono rivestiti all’esterno da acciaio e le pareti interne sono trattate con materiali particolari.

1 2 22