Archivio Tag fabbricazione di articoli in gomma

Requisiti di un impianto di aspirazione

Resistenza all’azione di solventi e alla tensione che potrebbe cagionare fessurazioni e lacerazioni, sicurezza e longevità sono le principali caratteristiche che dovrebbe avere un tubo spiralato destinato alla aspirazione di particelle polverose, di fumi o gas, di trucioli. Tali condotte, infatti, sono di solito sottoposte ad un forte stress meccanico dovuto a diverse componenti: oltre alla viscosità o alla granulosità del materiale aspirato, verso il quale il tubo deve opporre la giusta resistenza, vi è anche l’aggressività chimica di eventuali vapori o gas esausti, la pressione interna alla condotta, gli strappi ai quali potrebbe essere sottoposto, l’azione degli agenti atmosferici. Occorre avvalersi, dunque, di tubi di alta qualità, con standard certificati secondo le direttive della Comunità Europea.

Tubo spiralato per aspirazione

Il tubo spiralato si rivela essere una soluzione ottimale per gli impianti di aspirazione: l’anima di rinforzo interna più o meno grossa, che può essere in acciaio o altro materiale metallico così come in PVC antiurto, conferisce al tubo un’ottima capacità di resistere alle sollecitazioni; d’altro canto la particolare forma a spirale della condotta permette di aumentare la rigidità anulare del prodotto contro lo schiacciamento. Una condotta simile, in definitiva, risulta essere sicura ed affidabile.

Varietà di tubi per soddisfare le esigenze più disparate

La versatilità non è tra le qualità di un prodotto come il tubo spiralato per aspirazione, dal momento che la qualità varia in base all’utilizzo: è dunque importante leggere attentamente le caratteristiche del pezzo acquistato ed attenersi alle destinazioni di impiego. In commercio, infatti, è possibile trovare tubo spiralato per aspirazione di fumi ad alte temperature, magari dotato di doppio strato ed arricchito in fibra di vetro, ignifugo o autoestinguente; d’altro canto la resistenza che la parete interna dovrebbe offrire nel caso di impiego nel campo dell’agricoltura o dell’industria, con il passaggio di segature o grani, influenza la scelta della canna, liscia o ruvida.

 

Lavorazione materie plastiche conto terzi

Le materie plastiche e la sempre maggiore richiesta

Sotto la nomenclatura di materie plastiche oggi si intendono una vastità di materiali, diversi per caratteristiche chimiche, per resistenza, grado di ignifugazione, capacità di assorbire vibrazioni, durezza: resine, gomma, PVC, poliuretano, poliammide, ABS sono solo alcuni dei prodotti resi disponibili dalle aziende e sempre più richiesti dal mercato sotto forma di tubi, profilati, semilavorati e lastre. Pur tuttavia la crescente domanda ha indotto i produttori a permettere la lavorazione di materie plastiche conto terzi tramite, ad esempio, il processo di stampaggio: il risultato è un prodotto rispondente a precise richieste del cliente in termini di forma, qualità dei materiali e quantità.

Criteri di scelta di una azienda che offre una lavorazione conto terzi

La lavorazione delle materie plastiche a conto terzi non implica solo la produzione degli esemplari finiti, ma necessita di una serie di servizi che l’azienda dovrebbe offrire ai propri clienti. E se il requisito fondamentale, nonché fatto discriminante nella scelta, resta l’esperienza della fabbrica, è necessario provvedere ad un attento studio preventivo al fine di ottimizzare le prestazioni del prodotto, progettare e sviluppare l’eventuale stampo nel quale saranno iniettate le materie plastiche. Ulteriore importante criterio di scelta della fabbrica alla quale affidarsi, inoltre, dovrebbe inoltre essere l’attenzione alla qualità delle materie plastiche utilizzate, la precisione delle realizzazioni e la conformità degli articoli richiesti. Da valutare, in ultimo, il servizio di assemblaggio dei manufatti e di imballaggio che potrebbero costituire un importante vantaggio per il committente.

Il servizio di lavorazione delle materie plastiche conto terzi

La lavorazione delle materie plastiche a conto terzi consiste principalmente nello stampaggio ad iniezione per la realizzazione di oggetti e componenti, ma anche nel riciclaggio dei rifiuti in plastica o in gomma. I settori produttivi serviti dalle aziende atte a simili lavorazioni sono eterogenei e spaziano dal campo dei giocattoli ai componenti dell’automazione, dal packaging all’illuminotecnica alle industrie che operano nel campo automobilistico, che spesso ricorrono a tali soluzioni personalizzate.

Semilavorati materie plastiche

I pregi dei semilavorati in materie plastiche

Acquistare dei pezzi semilavorati, grezzi, per poi poterli rifinire durante la fase di lavorazione è un’alternativa che sta riscuotendo un crescente successo. L’opzione, che si rende indispensabile quando si tratta di pezzature di grandi dimensioni, è particolarmente attraente soprattutto in virtù dei vantaggi economici che comporta: è possibile, infatti, ordinare anche pochi esemplari da poter tagliare o tornire anche successivamente. A ciò, i semilavorati di materie plastiche uniscono il pregio di offrire una maggiore resistenza agli urti e, nel caso di componenti meccaniche, di una rumorosità molto bassa, oltre a necessitare di una lubrificazione inferiore rispetto ad analoghi in ferro, alluminio o acciaio.

Le principali materie plastiche

Molteplici sono le tipologie di materie plastiche per le quali è possibile ottenere dei semilavorati tecnici: a mero titolo esemplificativo, sul mercato sono facilmente reperibili manufatti in poliammide, in resina acetalica o in poliestere, ma anche in gomma, policarbonato o poliuretano, in base all’uso. Condizione indispensabile è, infatti, prevedere una precisa destinazione d’impiego, onde poter scegliere la soluzione migliore. È comunque possibile una classificazione dei materiali plastici semilavorati, proposta sulla base delle temperature sopportate: gli amorfi, meno stabili chimicamente ma capaci di offrire maggior resistenza agli urti, ed i semicristallini.

Le richieste dei prodotti semilavorati

Per le motivazioni già prese in esame, i semilavorati in materie plastiche trovano largo utilizzo in settori molto diversi, come quello alimentare, meccanico, farmaceutico, edile ed aeronautico: una volta realizzati con materiali di qualità e secondo le specifiche richieste del cliente mediante i processi di estrusione, di compressione, di colatura o tramite iniezione, essi vengono rilavorati dall’utilizzatore finale. Solitamente i pezzi, disponibili in barre, manicotti o lastre in base alle esigenze, vengono sottoposti a taglio, tornitura o piegature, onde poter corrispondere perfettamente all’uso al quale sono destinati. Ricorrere ai semilavorati, dunque, significa ricorrere ad una risorsa economica, ma senza sacrificare la qualità della materia prima.

Tubi spiralati alimentari

Sicurezza, igiene, longevità degli impianti di trasformazione alimentare

La salvaguardia ed il mantenimento di alti standard igienici costituisce, soprattutto nel comparto alimentare, una delle maggiori priorità: garantire infatti un trasporto sicuro delle materie prime o del prodotto finito è assolutamente indispensabile. In tale ottica, si è obbligati ad utilizzare materiali atossici ed adeguatamente trattati per il passaggio di alimenti solidi o liquidi, capaci di resistere alle diverse caratteristiche dei composti; d’altro canto, dal punto di vista aziendale è importantissimo avvalersi di condotte e tubi che possano assicurare longevità all’impianto, capaci di garantire una buona resistenza all’usura e allo stress di utilizzo dovuto alla pressione, alla temperatura e alla viscosità o all’attrito esercitato dal materiale che vi passerà all’interno.

Cosa sono i tubi spiralati alimentari

Nella filiera alimentare largo impiego trovano i tubi spiralati: con la loro anima in acciaio zincato, questa speciale tipologia di condotte è capace di offrire resistenza agli urti ed assicurare una buona longevità all’impianto industriale; le pareti interne, generalmente lisce, sono adatte al passaggio di liquidi, solidi e semisolidi e permettono una agevole pulizia ed una manutenzione costante. I tubi spiralati alimentari devono inoltre soddisfare i requisiti fissati dal Regolamento Europeo n. 10 del 14 Gennaio 2011 atto a regolare nel dettaglio i materiali in plastica destinati a venire in contatto con le materie prime del comparto agricolo e alimentare.

Varietà dei tubi spiralati per ogni genere di alimento

La necessità di trasporto del materiale spiega il largo uso dei tubi spiralati alimentari e la loro varietà. Vi è, infatti, la necessità di prelevare liquidi, quali ad esempio acqua, vino, olio e latte grazie a pompe sommerse, di provvedere all’immagazzinamento dei prodotti agricoli secchi, come i cereali, tramite tubi di aspirazione, fino al trasferimento tra i vari macchinari che forniranno il prodotto finito. Una simile vastità di impiego è speculare alla varietà delle sostanze da incanalare, tra cui materiali oleosi, grassi o fermentati. Per ogni esigenza, i tubi spiralati alimentari rappresentano un’ottima soluzione.

Scopri i supporti antivibranti in gomma

Cosa sono i supporti antivibranti in gomma?

I supporti antivibranti in gomma sono elementi sviluppati per attutire le vibrazioni prodotte dai macchinari o comunque da strumenti che durante il funzionamento emettono delle vibrazioni. Si tratta di oggetti in gomma che prevedono dei supporti con i quali è possibile collegarli e fissarli alle varie strumentazioni per cui sono stati pensati. Chiaramente i supporti vibranti devono essere proporzionati al peso e alla forza della singola macchina su cui vengono impiegati, ma in generali sono fabbricati con materiali resistenti che assorbono in modo ottimale le vibrazioni.

Perché utilizzare i supporti antivibranti in gomma?

Ci sono diversi buoni motivi per utilizzare i supporti antivibranti, infatti, le macchine che producono molte vibrazioni comportano non pochi problemi. Primo fra tutti la riduzione della vita della macchina stessa. Le continue vibrazioni favoriscono l’usura dei componenti il che comporta una minore durata nel tempo del macchinario. In più le vibrazioni sprigionate da una macchina si propagano finendo per danneggiare strutture e macchinari che si trovano nella stessa area. In più le vibrazioni provocano rumori che rendono l’ambiente lavorativo meno vivibile.

Le qualità dei supporti antivibranti in gomma.

Questi supporti realizzati in gomma eliminano o riducono al minimo le vibrazioni e tutte le conseguenze negative che queste hanno sui macchinari e sull’ambiente lavorativo. Grazie alla loro forma e soprattutto al materiale di cui sono composti, questi elementi sono un prezioso ausilio per assorbire le vibrazioni. Possono essere montati su una grande varietà di macchinari sia mobili che statici al fine di preservare l’ambiente da ogni effetto nocivo provocato dai rumori e dalla vibrazioni. Sono perfettamente adattabili e disponibili per ogni supporto e attacco, per garantire una vasta copertura degli impianti utilizzati in qualsiasi fabbrica o officina.

Una panoramica sulle guarnizioni in gomma rotonde

Che cosa sono le guarnizioni in gomma rotonde?

Le guarnizioni sono un elemento protettivo ampiamente utilizzato in diversi ambiti industriali: questo articolo, nello specifico, viene inserito tra due superfici per impedire il passaggio dei fluidi. La gomma rappresenta un materiale perfetto in quanto riesce ad adattarsi efficacemente alle superfici senza danneggiarle in alcun modo. La gomma, inoltre, non viene a sua volta aggredita dagli agenti esterni: questo materiale, in particolar modo, non viene usurato dall’azione di prodotti abrasivi, di liquidi ad alte temperature e di altri materiali. La gomma, infine, resiste alla pressione e alle sollecitazioni esterne e produce poco attrito anche in condizioni dinamiche.

Caratteristiche delle guarnizioni in gomma

Le guarnizioni in gomma rotonde sono un prodotto resiste e durevole: questo articolo viene utilizzato per ridurre difetti e irregolarità nelle superfici che vengono rivestite con la guarnizione. Oltre ad ampliare la superficie di contatto, le guarnizioni in gomma possono essere compresse per modificarne lo spessore in base alle specifiche esigenze. Le guarnizioni in gomma di forma rotonda, infine, sono disponibili in un’ampia gamma di formati diversi: ogni cliente, perciò, può scegliere la guarnizione in base alle dimensioni e ad altre importanti caratteristiche tecniche.

Quali vantaggi offre una guarnizione in gomma?

Il principale vantaggio offerto dalle guarnizioni in gomma è senza dubbio la possibilità di utilizzare questo elemento in tanti contesti diversi. Le guarnizioni, innanzitutto, possono essere prese in considerazione per impieghi statici o dinamici; indipendentemente dal fatto che le superfici siano ferme o in movimento, perciò, è possibile individuare una guarnizione adeguata. Le guarnizioni in gomma rotonde, nello specifico, sono perfette per rivestire elementi di forma circolare. Al di là della forma di ogni singola guarnizione, la gomma offre innumerevoli vantaggi dal punto di vista della resistenza, della flessibilità e della durevolezza.

Guarnizioni e profili in gomma: tipologie, caratteristiche e vantaggi

Che cosa sono le guarnizioni e i profili in gomma?

Le guarnizioni e i profili in gomma sono rivestimenti che vengono utilizzati per proteggere determinati componenti degli impianti industriali. Le guarnizioni vengono impiegate essenzialmente per unire due superfici ed evitare che i fluidi passino tra una superficie e l’altra; i profili, invece sono utilizzati per ricoprire esternamente tubi, angoli e altre superfici che potrebbero essere danneggiate da urti e agenti esterni. A seconda della destinazione d’uso, perciò, è possibile scegliere uno dei tanti prodotti disponibili, facendo riferimento direttamente a un’azienda affermata e professionale.

Guarnizioni e profili in gomma: principali tipologie e caratteristiche

Le guarnizioni e i profili in gomma vengono proposti in un’ampia gamma di modelli diversi che variano per dimensioni, forma, peso, colore e molte altre caratteristiche. La scelta della gomma rappresenta una soluzione particolarmente vantaggiosa: questo materiale, infatti, si adatta perfettamente alle superfici e resiste in maniera efficace all’azione degli agenti esterni, alle temperature rigide ed elevate, alla pressione. Tra le caratteristiche più interessanti delle guarnizioni e dei profili realizzati in gomma, perciò, spicca senza dubbio la flessibilità: la gomma, nello specifico, non produce attrito e non si usura facilmente.

Quali vantaggi vengono offerti dalle guarnizioni e dai profili in gomma?

Le guarnizioni e i profili realizzati in gomma offrono molteplici vantaggi da prendere in considerazione in base al contesto. Le guarnizioni, ad esempio, consentono di ridurre al minimo le irregolarità del piano d’appoggio o i difetti di planarità, soprattutto per quanto riguarda le superfici più estese; queste elementi in gomma, al tempo stesso, aumentano la superficie di contatto. Guarnizioni e profili in gomma, inoltre, contribuiscono a garantire un’elevata durata nel corso del tempo; svolgendo una funzione protettiva, infatti, questi articoli riducono in maniera significativa l’usura e i danneggiamenti.

Una panoramica sui tappeti in gomma per pavimenti

Tipologie dei tappeti in gomma per pavimenti

Una delle applicazioni più frequenti dei tappeti in gomma è senza dubbio la realizzazione di pavimenti sia in ambito civile sia nel settore industriale. A seconda del contesto di riferimento e della destinazione d’uso, è possibile prendere in considerazione diverse tipologie di tappeto per pavimenti. Una delle più impiegate è senza dubbio il tappeto 100 righe realizzato con una mescola di PVC e di gomma termoplastica: questo tappeto è disponibile in vari colori, come il grigio, il nero, il verde, il rosso e il marrone. Tra i tappeti in PVC e gomma termoplastica, è possibile citare anche il tappeto a bolli. Non mancano tappeti utilizzati sia per la pavimentazione sia per altri impieghi: è questo il caso del tappeto a righe in gomma stirolica, del tappeto granariso e del tappeto in gomma sabbiato.

Principali caratteristiche dei tappeti in gomma

Le caratteristiche che bisogna valutare durante la scelta del tappeto in gomma sono senza dubbio il peso e lo spessore; al tempo stesso, vale la pena di considerare altri aspetti come la colorazione, l’altezza e il formato. Per quanto riguarda le dimensioni, i tappeti hanno generalmente un’altezza compresa tra gli 80 cm e i 120 cm e uno spessore che varia da 1,5 mm ai 3 mm; il peso a metro quadro, infine, può variare da circa 2 kg a poco meno di 4 kg.

Vantaggi offerti dai tappeti in gomma

I tappeti in gomma per pavimenti offrono diversi vantaggi, a partire dalla resistenza e dalla flessibilità. Alcuni modelli, al tempo stesso, presentano delle particolari lavorazioni come il trattamento antiscivolo: lavorare la superficie del pavimento significa garantire performance superiori e massima sicurezza. I tappeti in gomma, infine, vengono generalmente venduti in rotoli: ciò consente di soddisfare tutte le richieste in termini di spazio e forma della pavimentazione.

I supporti in gomma antivibranti

Cosa sono

I supporti in gomma antivibranti sono articoli utilizzati per varie applicazioni sia nel settore industriale che in quelli automobilistico. La loro caratteristica principale, come si evince dal nome stesso, è quella di assorbire e attenuare le vibrazioni della componente operativa ad esso agganciata. L e forme e le dimensioni di questi supporti sono altamente variabili e, in base alle specifiche richieste di caratteristiche tecniche, i supporti si propongono in base poliammide con eventuale gomma antiscivolo e con componenti di livellamento in acciaio. Inoltre sono reperibili supporti con stelo snodabile o fisso e, ognuno di esso, propone proprietà tecniche tali da garantire un preciso carico di supporto.  

Caratteristiche e vantaggi dei supporti in gomma antivibranti

I supporti in gomma antivibrante aderiscono perfettamente al suolo, non si deformano e sono studiati per non alterarsi al contatto con sostanze chimiche industriali o oli abrasivi. Tutti i supporti, posizionati tra la base di fissaggio e il macchinario industriale vibrante, ridimensionano notevolmente sia le vibrazioni che i rumori derivanti dalla messa in funzione di grosse e potenti apparecchiature come motori elettrici, lavatrici industriali, centrifughe, compressori, tubi di smistamento di materiale, macchinari edilizi o stradali e molto altro ancora. Essi evitano che le onde e le susseguenti vibrazioni possano compromettere la qualità dell’ambiente in cui il macchinario si trova e disturbare il normale svolgimento delle attività degli operatori coinvolti.

Perché e quando vengono impiegati

I supporti in gomma antivibranti sono componenti essenziali e indispensabili. Qualsiasi attività meccanica prevede infatti il movimento e le vibrazioni che ne derivano più o meno incisive per frequenza e potenza, sono negative e deteriorano il basamento e l’organo stesso compromettendone il regolare funzionamento nel breve o medio termine. L’opportunità di isolare l’apparecchiatura utilizzando supporti adeguati vuol dire sia raggiungere elevati standard di attività sia trarre il massimo profitto da ogni componente operativa adoperata.

Lastre e tappeti in gomma: come sceglierli?

Lastre e tappeti in gomma: tipologie e caratteristiche

Le lastre e i tappeti in gomma sono disponibili in un’ampia scelta di modelli diversi. Le caratteristiche delle lastre variano essenzialmente in base al tipo di gomma utilizzata; le principali tipologie di gomma sono: normale, normale telata, antiabrasiva, antibenzina, neoprene, nitrilica, para e viton. Per quanto riguarda i tappeti, invece, è possibile scegliere tra tappeti in PVC o gomma a 100 o 1000 righe, tappeti a bolli realizzati in PVC e gomma, tappeti in gomma grana di riso, tappeti in gomma punta diamante e tappeti in gomma sabbiati. Anche in questo caso, possono variare le dimensioni, il peso e altre caratteristiche tecniche.

Quali vantaggi offrono le lastre e i tappeti in gomma?

Lastre e tappeti in gomma costituiscono prodotti resistenti e versatili. Essendo disponibili in diversi formati, le lastre e i tappeti possono essere scelti in base allo spessore, all’altezza e al colore. In base alla tipologia di gomma utilizzata, inoltre, le lastre e i tappeti assicurano resistenza agli agenti esterni, dai solventi alla benzina, dai composti chimici al fuoco. Le gomme antiabrasive, nello specifico, vengono rinforzate per evitare la lacerazione e il danneggiamento: la possibilità di aumentare la resistenza del tappeto consente di soddisfare qualsiasi richiesta e aspettativa. I tappeti e le lastre in gomma, infine, non subiscono l’azione degli agenti atmosferici e assicurano un’elevata durata nel tempo.

Come vengono utilizzate le lastre e i tappeti in gomma?

I tappeti in PVC e gomma termoplastica vengono impiegati per realizzare pavimentazioni civili e industriali. I tappeti in gomma, al tempo stesso, sono utilizzati per la copertura di piani di lavoro e per completare le cassette portautensili. Gli articoli realizzati in gomma abrasiva, infine, risultano particolarmente adatti per le cabine di sabbiatura e per i nastri trasportatori.

1 2 3