Archivio Tag materiale plastico

Produzione tecnopolimeri a disegno

Che cos’è la produzione tecnopolimeri a disegno?

La produzione tecnopolimeri a disegno è una particolare tecnica di lavorazione che consente di modificare i materiali plastici in base a specifici progetti forniti dal cliente. Dal taglio alla tornitura, dalla fresatura alla piegatura, le soluzioni da prendere in considerazione sono innumerevoli. Facendo riferimento a un’azienda affermata come Mediatec Srl, inoltre, è possibile ottenere in tempi brevi campionature e lotti di grandi quantità. L’azienda trevigiana, infatti, mette la propria esperienza e professionalità al servizio delle specifiche esigenze produttive del cliente; ciò consente di rispettare le tempistiche e di sfruttare nel migliore dei modi le tecnologie più all’avanguardia.

Che cosa sono i tecnopolimeri?

I tecnopolimeri sono una particolare tipologia di polimero che si caratterizza per le sue peculiarità fisiche e meccaniche. I tecnopolimeri, nello specifico, assicurano rigidità, duttilità nonché resistenza ai carichi, all’usura e agli sbalzi termici. Questi materiali, perciò, possono essere lavorati facilmente e personalizzati in base al contesto e alla destinazione d’uso. Tra le tipologie di tecnopolimeri disponibili in catalogo, è possibile citare l’acetron®, l’arnite, l’ertalyte®, il nylatron®, il nylon colato e il nylon estruso. La produzione di tecnopolimeri a disegno, in altre parole, consente di ottenere prodotti da utilizzare nei contesti più disparati.

Quali vantaggi offre la produzione di tecnopolimeri

La produzione di tecnopolimeri a disegno consente di ottenere semilavorati con un basso coefficiente d’attrito e in grado di assicurare elevata stabilità alle temperature e all’umidità. I tecnopolimeri a disegno resistono alla compressione e possono essere lavorati attraverso macchine utensili. Le caratteristiche dei tecnopolimeri lavorati a disegno rendono questi materiali idonei a essere utilizzati nei contesti più disparati: l’industria meccanica, quella alimentare e quella chimica sono solo alcune delle realtà che possono essere prese in considerazione. I tecnopolimeri, infatti, possono essere utilizzati per realizzare pezzi di precisione, isolatori, cuscinetti e molti altri prodotti da impiegare nei settori più vari.

Un approfondimento sui tubi PVC per acqua

Tipologie e caratteristiche dei tubi PVC per acqua

I tubi in PVC utilizzati per il trasporto dell’acqua sono tubi dalla superficie liscia e in grado di offrire una buona sensibilità. In commercio sono disponibili diversi tubi in PVC per acqua che si differenziano per la struttura, per la temperatura di impiego e per altre caratteristiche tecniche. Per quanto riguarda la temperatura di impiego, il range è generalmente compreso tra un minimo di -40° e un massimo di +60°. Dal punto di vista della struttura, invece, i tubi possono essere plastificati, rinforzati con fibre in poliestere, completati con una spirale in acciaio zincato. Non bisogna dimenticare, infine, che a seconda della destinazione d’uso possono variare anche le caratteristiche del tubo in PVC: i tubi utilizzati all’interno delle piscine, ad esempio, devono necessariamente essere resistenti l cloro e alle muffe.

Quali vantaggi offre un tubo PVC per acqua?

I tubi PVC per acqua offrono diversi vantaggi, a partire dalla versatilità e dalla flessibilità anche a basse temperature. Questi articoli, al tempo stesso, garantiscono un’elevata resistenza e durata nel corso del tempo. I tubi in PVC, infine, rappresentano un prodotto sicuro per quanto riguarda la qualità dell’acqua che viene trasportata.

Principali applicazioni dei tubi in PVC per acqua

Ogni tubo in PVC, in base alle sue specifiche caratteristiche, può essere utilizzato in contesti diversi. I classici tubi per mandata di acqua, innanzitutto, rappresentano una soluzione perfetta nell’ambito dell’agricoltura e della floricoltura; in tale contesto, ad esempio, i tubi possono essere utilizzati per gli impianti di irrigazione. I tubi in PVC, al tempo stesso, possono essere impiegati per l’aspirazione e la mandata di liquidi all’interno delle piscine; in questo caso, quindi, i tubi risultano fondamentali per l’alimentazione e per il riciclo dei liquidi all’interno degli impianti sportivi.

Vendita materiale plastico: a quale azienda rivolgersi?

Che cos’è la vendita di materiale plastico?

La vendita di materiale plastico consente alle aziende operanti in diversi settori industriali di avere sempre a disposizione i prodotti più innovativi. Le aziende che si occupano della vendita di articoli in plastica, infatti, rinnovano periodicamente il proprio catalogo per fornire ai clienti prodotti ricercati e all’avanguardia. La vendita di prodotti realizzati in plastica, in conclusione, rappresenta una vera e propria risorsa per realizzare i primi equipaggiamenti, per rinnovare gli ambienti di lavoro e per effettuare la manutenzione periodica e straordinaria degli impianti. Rivolgersi a un’azienda leader nella vendita di materiale plastico, è possibile prendere in considerazione le soluzioni più innovative e affidabili.

Vendita materiale plastico: quali prodotti scegliere?

La vendita materiale plastico comprende un’ampia gamma di prodotti da scegliere in base alle proprie esigenze e necessità. Gli articoli realizzati in plastica, infatti, possono essere utilizzati come rivestimento, come guarnizione, come materiale insonorizzante e in molti altri contesti. Dalla gomma al PVC, dal poliuretano alla gomma compatta, le soluzioni da prendere in considerazione sono innumerevoli; anche per quanto riguarda i prodotti in vendita, è possibile scegliere tra lastre, tappeti, tubi flessibili, fascette, piedini d’appoggio, ruote per carrelli, collari stringitubo e molti altri articoli.

Vendita articoli in plastica: a quale azienda fare riferimento?

Per l’acquisto di materiale plastico è necessario fare riferimento a un’azienda affermata nel settore, come la trevigiana Mediatec Srl. L’esperienza nel campo della lavorazione delle materie plastiche, infatti, assicura ai clienti la massima professionalità e affidabilità. Gli articoli messi in vendita da Mediatec Srl, inoltre, vengono realizzati seguendo le tecnologie più innovative e cercando di soddisfare le esigenze più disparate di tutti i clienti. Chi fa riferimento a questa azienda, nello specifico, può personalizzare i prodotti in vendita e richiedere la realizzazione di articoli industriali progettati su misura.

Una panoramica generale sulle guarnizioni in silicone

Che cosa sono le guarnizioni in silicone?

Le guarnizioni in silicone sono un articolo utilizzato in ambito industriale e in grado di offrire prestazioni di alto livello sotto molteplici punti di vista. Disponibili in tante tipologie differenti, le guarnizioni possono essere personalizzate in base alle specifiche richieste dei clienti. A seconda della destinazione d’uso e del contesto di riferimento, infatti, è possibile variare le dimensioni, lo spessore, la forma e altre caratteristiche della guarnizione in silicone. Per ottenere un prodotto di qualità e realizzato su misura delle proprie esigenze è possibile fare riferimento a una realtà leader nel settore come Mediatec Srl, azienda trevigiana con esperienza  pluriennale.

Quali sono le caratteristiche e i vantaggi delle guarnizioni?

Le guarnizioni realizzate in silicone si caratterizzano per l’assoluta versatilità che le rende perfette in tanti contesti differenti. Questo è senza dubbio un importante vantaggio che vale la pena di prendere in considerazione; accanto a questo, non bisogna dimenticare altre importanti caratteristiche. Occorre citare assolutamente l’elevata resistenza agli sbalzi termici: le guarnizioni di silicone mantengono le proprie caratteristiche e assicurano performance di alto livello sia a basse temperature sia ad alte temperature. Indipendentemente dall’ambiente esterno, perciò, le guarnizioni continuano a svolgere la propria preziosa funzione.

Come vengono impiegate le guarnizioni in silicone?

Le guarnizioni in silicone vengono utilizzate in tanti settori industriali diversi, da quello fotovoltaico a quello elettrico; le guarnizioni, al tempo stesso, rappresentano una risorsa fondamentale all’interno dei cantieri e delle fabbriche. Dalle guarnizioni di contorno a quelle per pompe idrauliche, infatti, non mancano soluzioni in grado di soddisfare qualsiasi necessità. Le guarnizioni, nello specifico, possono essere utilizzate per completare la struttura dei compressori, degli impianti di aria condizionata, dei generatori, dei motori a combustione, degli alloggiamenti per motore e di molti altri impianti e apparecchi.

Manicotti in plastica: una soluzione flessibile e conveniente

Tipologie e caratteristiche dei manicotti in plastica

I manicotti in plastica sono un articolo ampiamente utilizzato in ambito industriale. I manicotti hanno generalmente una lunghezza standard ma possono essere personalizzati sotto diversi punti di vista. Il diametro, ad esempio, può essere modificato a seconda delle specifiche esigenze; anche per quanto riguarda le lavorazioni, il taglio può essere effettuato sia a misura sia a disegno. Una delle caratteristiche più significative dei manicotti, quindi, è senza dubbio la versatilità: questi articoli in plastica, nello specifico, offrono innumerevoli vantaggi e possono essere utilizzati nei settori più disparati.

Quali sono i vantaggi offerti da un manicotto in plastica?

Il principale vantaggio offerto dai manicotti realizzati in plastica è senza dubbio la resistenza. I manicotti, in particolar modo, hanno elevata resistenza meccanica e non vengono danneggiati dagli agenti chimici, dalla benzina, dagli oli e dai grassi minerali. Questi articoli in plastica, al tempo stesso, resistono all’usura, assicurando una significativa durata nel corso del tempo. I manicotti, infine, mantengono una buona flessibilità anche a basse temperature; indipendentemente dalle condizioni esterne, perciò, i manicotti non diventano più fragili e non subiscono l’azione nociva degli agenti esterni.

I principali impieghi di un manicotto in plastica

I manicotti in plastica vengono impiegati innanzitutto come rivestimento: il materiale plastico, infatti, è perfetto per rivestire le reti vaglianti, le ruote, i rulli, le tramogge e le valvole. I manicotti realizzati in plastica, inoltre, sono utilizzati per completare le molle per gli stampi, i piani per taglierine e i raschiatori per i nastri trasportatori. Non bisogna dimenticare che l’elevata resistenza rende i manicotti in plastica perfetti anche come paracolpi o come tamponi ammortizzatori. Questi articoli, infine, vengono presi in considerazione per la realizzazione di boccole a frizione, di giunti elastici e di racle per la serigrafia.

I semilavorati in plastica

Il semilavorato

Il termine semilavorato indica un prodotto che necessita di ulteriori lavorazioni per diventare un prodotto finale. In pratica, il semilavorato non è altro che un prodotto destinato ad una successiva lavorazione.

I semilavorati in plastica

I semilavorati in plastica prodotti dalla Mediatec Srl si possono distinguere in tecnopolimeri, superpolimeri, isolanti elettrici e lastre trasparenti. I tecnopolimeri sono polimeri che possiedono caratteristiche fisico-meccaniche tali da proporli come sostituti dei metalli. Ne esistono di adatti all’industria alimentare contenenti un additivo rintracciabile dai metaldetector. Altri sono specifici per usi in cui siano necessarie la stabilità dimensionale e un coefficiente d’attrito molto basso. Alcuni, invece, sono altamente resistenti all’usura e hanno comportamento ottimale quando operano in presenza di alta pressione e velocità moderata. Altri uniscono a queste caratteristiche l’autolubrificazione.

I superpolimeri sono l’evoluzione dei tecnopolimeri dei quali possiedono le caratteristiche, ma in quantità maggiori. Per esempio, possono essere più rigidi, avere una maggiore resistenza meccanica anche ad elevatissime temperature pur mantenendo la stabilità dimensionale o essere resistenti alle radiazioni gamma. Oppure possedere elevatissime proprietà dielettriche.

Gli isolanti elettrici sono materiali che possiedono ottime caratteristiche isolanti e dielettriche, alcuni sono anche autoestinguenti.

Le lastre trasparenti, come dice il nome, raggruppano tutti quei prodotti che in qualche modo sostituiscono il vetro, quando il suo impiego non è possibile per via della sua fragilità o quando è necessaria la presenza di un materiale che non sia rigido. Oppure quando serve un materiale con ottime doti di resistenza agli urti. Anche la resistenza allo scasso è una dote di alcune lastre trasparenti.

I diversi utilizzi

I tecnopolimeri trovano applicazione nel packaging alimentare e nell’industria meccanica. Anche gli impianti di funivia adottano questi materiali.

I superpolimeri trovano posto anche nell’industria meccanica, oltre che in quella elettrica, in quella aerospaziale in quella chimica e nucleare.

Gli isolanti elettrici vengono impiegati nel settore elettrico e meccanico.

Un approfondimento sulla lavorazione materie plastiche Treviso

Lavorazione di materie plastiche: le principali tipologie

Le materie plastiche vengono lavorare per realizzare gli articoli più disparati, dalle lastre in gomma ai prodotti in poliuretano. Tra le applicazioni di materie plastiche, si possono citare gli articoli in gomma compatta,  i tubi in gomma, PVC o poliuretano, le fascette e i collari stringitubo, gli antivibranti in gomma, i piedini d’appoggio e le ruote per i carrelli. La varietà di prodotti a disposizione testimonia l’utilità e la versatilità dei materiali plastici: gli articoli in plastica, nello specifico, resistono alle alte temperature, insonorizzano gli ambienti e svolgono altre funzioni che possono essere sfruttate negli ambiti più disparati.

In quali settori vengono impiegate le materie plastiche?

L’ampia scelta di prodotti realizzati con materie plastiche consente di utilizzare questi articoli in tanti settori diversi. Dai tubi per l’aspirazione ai materiali insonorizzanti, sono diverse le soluzioni che possono essere prese in considerazione. In ambito industriale i materiali plastici rappresentano una risorsa indispensabile; queste materie prime, ad esempio, vengono utilizzate per completare i primi equipaggiamenti e per effettuare la manutenzione degli impianti. Le innumerevoli applicazioni, infatti, rendono la plastica un materiale conveniente sotto molteplici punti di vista: resistenti, durevoli ed economiche, le materie plastiche riescono a soddisfare e superare qualsiasi aspettativa.

Lavorazione materie plastiche Treviso

Mediatec Srl è un’azienda veneta con anni di esperienza nel campo della lavorazione materie plastiche Treviso. Grazie a un team di professionisti e a una continua ricerca nel settore delle tecnologie industriali, l’azienda rinnova costantemente il suo catalogo di articoli in gomma e plastica. L’ampia gamma di prodotti disponibili per l’acquisto consente a tutti i clienti di scegliere sempre la soluzione più innovativa e più adatta alle proprie esigenze. Mediatec Srl assicura la massima puntualità e professionalità: chi fa riferimento a questa azienda, perciò, ha la certezza di portare a termine il progetto in tempi brevi e senza inconvenienti

Introduzione alla lavorazione materiale plastico

Tipologie di plastica

La lavorazione materiale plastico rappresenta un settore estremamente importante, dal momento che con la plastica si producono un gran numero di oggetti, utensili e strumenti, utilizzati nella vita di tutti i giorni. A seconda delle caratteristiche che possiedono i materiali plastici si dividono in: termoplastici, termoindurenti, elastomeri, resine, gomme e fibre. Per quanto riguarda invece la composizione chimica, i materiali plastici si possono suddividere in: polietilene (PE), polipropilene (PP), polistirolo (PS), polietilentereftalato (PET), cloruro di polivinile (PVC). Ognuna delle tipologie elencate viene utilizzata in modi differenti.

Lavorazione materiale plastico: i processi

I materiali plastici possono essere sottoposti a diversi processi di lavorazione. Nello stampaggio per compressione i materiali (generalmente termoindurenti) il polimero è presente sotto forma di pastiglie o polvere. Esso viene compresso per dar vita al processo di reticolatura. Nello stampaggio a iniezione, invece, i materiali vengono iniettati direttamente all’interno di stampi, mentre nello stampo per trasferimento la reticolatura avviene in una fase successiva alla compressione all’interno di stampi chiusi. L’estrusione in bolla, ottenuta mediante una filiera circolare in posizione occidentale, viene in genere usata per produrre il film termoretraibile. Infine i materiali plastici possono essere sottoposti a termoforatura, soffiaggio e pultrusione.

Utilizzi e impieghi

Ma quali sono nello specifico i modi in cui vengono usati i materiali plastici? Il polietilene viene utilizzato per realizzare bottiglie attraverso la soffiatura, cassette, nastri adesivi e anche i classici sacchetti della spazzatura. Il prolipropilene viene usato per realizzare contenitori di detersivi, prodotti per l’igiene e flaconcini. Il PVC è utilizzato invece per la produzione di pellicole isolanti, utilizzate anche all’interno degli infissi e anche per la realizzazione di tubi. Il PET risulta essere particolarmente importante per la creazione delle fibre sintetiche, ma anche per le bottiglie d’acqua minerale. Infine, di polistirolo sono fatti i tappi, i piatti, le posate e anche le vaschette per alimenti.

1 2