Profili di protezione in gomma

Cosa sono i profili di protezione in gomma?

I profili di protezione in gomma sono un elemento molto importante che va a proteggere tutte quelle zone a rischio d’urto come ad esempio spigoli, angoli e tutte quelle zone a rischio. Esistono diverse tipologie di profili di protezione in gomma, e variano principalmente tra loro per le dimensioni e per lo spessore della gomma che varia a seconda del tipo di protezione che deve garantire.  Inoltre variano anche a seconda della composizione con la quale vengono realizzati.

Come vengono realizzati i profili di protezione in gomma?

La realizzazione dei profili protettivi in gomma avviene tramite la fusione del materiale sotto forma di granuli che una volta compresso viene estruso grazie l’utilizzo di appositi estrusori con la forma finale che i profili devono ottenere. Successivamente vengono fatti raffreddare così da garantire ai profili stessi robustezza ma allo stesso tempo elasticità che gli consentirà di attutire eventuali colpi in modo pratico e sicuro. Durante la produzione di tali profili in gomma vengono selezionate diverse tipologie di plastiche sotto forma di pellets che una volta fuse insieme creano un materiale plastico altamente resistente.

In quali ambiti vengono adoperati principalmente i profili di protezione in gomma?

L’utilizzo dei profili di protezione in gomma è davvero molto vario, vengono adoperati sia all’interno di immobili privati, sia all’interno di grandi industrie. In quest’ultimo caso vengono spesso installati nella zona carico e scarico dei veicoli per proteggere le pareti d’ingresso ai magazzini. Per quanto riguarda l’utilizzo privato, solitamente vengono applicati ai bordi dei garage e in alcuni casi anche vicino eventuali spigoli o angoli all’interno della casa. Ovviamente questi sono solo alcuni dei molteplici utilizzi dei profili di protezione in gomma, che possono essere adoperati in moltissimi modi differenti a seconda delle proprie necessità.

Lastre gomma alta temperatura

Cosa sono le lastre di gomma alta temperatura?

Le lastre di gomma per alte temperature sono delle lastre realizzate con una particolare miscela di gomme che una volta unite rendono il tutto particolarmente resistente a temperature superiore ai 100°c. esistono diverse tipologie di lastre di gomma per alte temperature che variano tra loro principalmente per dimensioni, spessore e resistenza termica. Ovviamente questa varietà di gomma trova impiego in diversi settori a seconda dello spessore della stessa, come ad esempio per la realizzazione di guarnizioni per motori termici e altri.

Come avviene la realizzazione delle lastre di gomma ad alta temperatura?

La realizzazione delle lastre di gomma resistenti alle alte temperature avviene mediante pressatura di un mix di gomme diverse, selezionate per ottenere un prodotto finale che resista alle alte temperature senza alcun tipo di problema. Una volta fatto ciò la gomma fusa viene inserita all’interno di una pressa di tipo industriale che comprimendola le dona la forma finale e lo spessore desiderato. Successivamente si procede con l’eliminazione di eventuali tracce di gomma in eccesso e sbavature dovute appunto dalla pressione che il macchinario imprimeva sulla gomma. Infine, si procede con il taglio delle lastre a seconda della misura richiesta.

In quale ambiti vengono maggiormente utilizzate le lastre di gomma ad alta temperatura?

Le lastre di gomma resistenti alle alte temperature vengono spesso utilizzate per la produzione di guarnizioni per motori termici e altre tipologie di motori. Ciò permette di ottenere una guarnizione elastica che allo stesso tempo resista a temperature che talvolta superano i 100°c. Inoltre, con le lastre di gomma resistenti alle alte temperature è possibile realizzare anche oggetti di uso comunque come ad esempio dei sottopentole.

Piedini in gomma antivibranti

Cosa sono i piedini in gomma antivibranti?

I piedini in gomma antivibranti sono un dispositivo che solitamente viene adoperato alla base di frigoriferi, lavatrici e altri elettrodomestici per evitare brusche vibrazioni che oltre a essere fastidiose in quanto causano rumore, potrebbero danneggiare alcuni componenti degli elettrodomestici rovinando anche le superfici su cui appoggiano. Esistono diverse tipologie di piedini in gomma antivibranti che variano tra loro principalmente per le dimensioni e per il peso complessivo che riescono a reggere, e se sono di tipo industriale o meno.

Come avviene la produzione dei piedini in gomma antivibranti?

La produzione di tali elementi avviene mediante fusione di diverse varietà di plastica che consentono al prodotto finale di ottenere rigidezza ma allo stesso tempo anche elasticità che smorza le vibrazioni dell’apparecchio alle quali sono collegati. Successivamente vengono rifiniti manualmente così da eliminare ogni tipo di sbavatura e imperfezione che potrebbe manometterne il corretto funzionamento una volta installati. Infine, all’interno del piedino antivibrante viene inserita un’anima in acciaio che presenta una filettatura così da permettere al piedino stesso di essere collegato alla base degli elettrodomestici o altro.

In che ambiti vengono adoperati i piedini in gomma antivibranti?

Come detto prima i piedini in gomma antivibranti vengono adoperati in moltissimi settori diversi come ad esempio al di sotto degli elettrodomestici e delle macchine industriali per evitare di rovinare le componenti interne e in alcuni casi anche il pavimento sottostante. Spesso vengono installati anche alla base dei compressori per aria compressa, infatti, questi apparecchi durante la ricarica provocano non poche vibrazioni che grazie ai piedini in gomma vengono smorzate  quasi completamente. Infine, possono essere adoperati anche alla base di mobili e armadi porta attrezzi.

Materiali plastici isolanti elettrici

Cosa sono i materiali plastici isolanti elettrici?

I materiali plastici isolanti elettrici sono un mix di plastiche diverse selezionati per l’impossibilità di condurre energia elettrica. Questa gamma di materiali plastici viene spesso adoperata per rivestire i cavi elettrici che troviamo in casa e grazie a essa non prendiamo la scossa in caso di contatto con il cavo stesso. Andiamo a vedere insieme come vengono scelti i materiali.

Come viene prodotta questa tipologia di materiali plastici?

La produzione di tali materiali è abbastanza complicata, infatti, bisogna scegliere solo il miglior tipo di plastica che riesca a resistere alla corrente elettrica e che quindi di conseguenza può prestarsi bene a essere utilizzata per rivestire i cavi. Una volta scelta la tipologia di plastica questa viene fusa e al suo interno vengono fatti scorrere i cavi di rame che una volta usciti dal bagno di plastica hanno uno strato protettivo di qualche millimetro.

In quali campi viene adoperato questo tipo di materiale plastico?

I materiali plastici in questione vengono spesso utilizzati sia nella messa in sicurezza dei diversi impianti vecchi di fabbriche e industrie, sia all’interno di abitazioni private quali case e condomini. Trovano utilizzo anche all’interno delle varie centrali energetiche presenti in tutto il mondo, ma non solo, infatti, queste plastiche vengono usate anche per proteggere i cavi dei veicoli come auto, moto e camion. Infine, vengono adoperati anche sulle imbarcazioni e sugli arei privati così da rendere il tutto più sicuro per i passeggeri a bordo del veicolo stesso. Ovviamente lo spessore varia a seconda della tipologia di cavo e di quanta corrente elettrica lo attraverserà, così da essere sempre certi di ottenere una protezione totale da eventuali scosse elettriche che potrebbero risultare anche mortali in alcuni casi.

Lavorazioni materie plastiche per conto di terzi

Cos’è la lavorazione di materiali plastici per conto di terzi?

La lavorazione dei materiali plastici per conto di terzi è un servizio molto richiesto, ciò permette alle persone di ordinare un determinato prodotto plastico alle aziende specializzate senza dover per forza comprare le macchine industriali apposite, e di conseguenza senza dover fare investimenti di alcun tipo. Andiamo a vedere nello specifico come avviene la lavorazione dei materiali plastici per conto di terzi.

Come avviene la lavorazione dei materiali plastici?

La lavorazione di tali materiali avviene secondo le specifiche direttive del richiedente che dovrà scegliere la tipologia di materiali plastici da far lavorare a seconda del prodotto da realizzare. Inoltre molto spesso le aziende stesse procurano il materiale plastico, riducendo maggiormente il costo di realizzazione. Una volta che i materiali sono all’interno dell’azienda inizia la lavorazione vera e propria degli stessi mediante l’impiego di specifici macchinari altamente tecnologici. Con i materiali plastici è possibile realizzare una moltitudine di oggetti e prodotti diversi in base alle necessità del richiedente. Tutta la fase di lavorazione e di rifinitura avviene completamente all’interno dell’azienda fino ad ottenere un prodotto finito, perfetto in tutte le sue parti.

In quali ambiti vengono adoperati i materiali plastici?

L’utilizzo di tali materiali come detto poc’anzi è davvero molto vasto, ciò consente di realizzare qualsiasi tipo di prodotto di cui si ha necessità, dagli oggetti per uso domestico fino ad arrivare a componenti per macchinari e altri. Ovviamente è fondamentale anche la scelta del materiale plastico da utilizzare che varia a seconda dell’utilizzo che si andrà a fare del prodotto finale, come ad esempio una vasca da bagno oppure delle tubazioni idrauliche per uso edile.

Lastre plastica trasparenti

Cosa sono le lastre in plastica trasparenti?

Le lastre trasparenti in plastica come si evince già dal nome sono delle lastre realizzate con una speciale composizione di plastica trasparente che consente di utilizzare queste prodotti in moltissimi modi. L’utilizzo principale che si fa di tali laste è quello meccanico, ma esistono tanti altri modi per utilizzarle. Ciò è dovuto principalmente alla facilità di applicazione delle lastre stesse e alla possibilità di curvarle senza che si spezzino.

Come avviene la realizzazione delle lastre in plastica trasparenti?

La realizzazione di tali lastre trasparenti avviene selezionando dei pellet di plastica trasparenti di vario tipo che una volta fusi vengono pressati all’interno di grandi forme che consentono di ottenere il prodotto finale. Esistono lastre di plastica trasparente di diverse misure a seconda dell’utilizzo che si andrà a fare delle stesse, come ad esempio per la realizzazione di porticati, tettoie  o altro. Anche lo spessore delle lastre è molto importante, infatti una lastra più spessa avrà s’ maggiore robustezza, ma allo stesso tempo sarà meno facile da piegare e curvare e di conseguenza avrà una maggiore possibilità di rottura.

In quali ambiti vengono utilizzate maggiormente le lastre in plastica trasparenti?

Le lastre in plastica trasparenti trovano moltissimi utilizzi diversi, dall’edilizia fino ad arrivare al fai da te e alle industrie che spesso le usano per realizzare una sorta di gabbia di sicurezza attorno ai diversi macchinari che si utilizzano in azienda. Inoltre è possibile adoperarle anche per la realizzazione di piccoli solai che proteggono l’uscio della porta dall’acqua. In questo caso è consigliabile adoperare lastre di plastica trasparente di uno spessore ridotto che permetterà alla lastra stessa di assumere qualsiasi tipo di curvatura senza rischiare di romperla.

Lastre fonoassorbenti

Cosa sono le lastre fonoassorbenti?

Tutti almeno una volta hanno sentito parlare di lastre fonoassorbenti, ma cosa sono in realtà? Le lastre fonoassorbenti sono dei pannelli realizzati in materiale composito che permettono di insonorizzare una stanza dai diversi rumori. Esistono diverse tipologie di lastre fonoassorbenti che variano tra di loro principalmente per le dimensioni e per la struttura della lastra stessa. Ovviamente anche la composizione della lastra varia a seconda dell’utilizzo che se ne andrà a fare e a quanto si vuole insonorizzare l’ambiente dai rumori esterni. Inoltre, vengono realizzate lastre fonoassorbenti anche in sughero che è un materiale particolarmente adatto per l’insonorizzazione delle pareti in cartongesso.

Come vengono realizzate le lastre fonoassorbenti?

Le lastre fonoassorbenti vengono realizzate con materiali compositi che sono particolarmente leggeri e vengono prodotte in diversi spessori e forme. Principalmente i due modelli che si producono maggiormente sono quelli a forma piramidale e quelli piatti che sono adoperati all’interno del cartongesso. Durante la realizzazione delle lastre fonoassorbenti vengono utilizzati solo ed esclusivamente materiali ignifughi che rendono particolarmente sicura l’applicazione all’interno delle pareti in cartongesso.

In quali ambiti vengono utilizzate le lastre fonoassorbenti?

Le lastre fonoassorbenti vengono utilizzate principalmente all’interno di studi di registrazione audio dove c’è bisogno di avere la possibilità di registrare tracce audio “pulite” o meglio prive di ogni tipologia di rumore o suono non desiderato. Oltre all’utilizzo all’interno delle sale di registrazione, le lastre fonoassorbenti vengono adoperate anche per ridurre al minimo i rumori provenienti da una stanza o da un contenitore. In alcuni casi vengono impiegate anche nelle officine meccaniche che utilizzano compressori di grandi dimensioni, che grazie ad un box insonorizzato permettono di lavorare senza il problema del rumore provocato dal motore stesso che ricarica il serbatoio.  Insomma questo prodotto ha una vasta applicazione e si presta ad essere utilizzato nel luoghi dove i rumori costituiscono un problema,  così da poter rendere l’ambiente più vivibile.

Lastre di gomma vulcanizzata

Cosa sono le lastre di gomma vulcanizzata?

Le lastre di gomma vulcanizzata non sono altro che fogli di gomma lavorata per renderla maggiormente resistente alle alte temperature. La gomma vulcanizzata viene adoperata in moltissimi settori, dall’edilizia fino al fai da te ecc. Permette di ottenere oggetti di ogni tipo particolarmente resistenti all’usura e alle alte temperature. Le lastre sono disponibili in moltissime versioni che variano tra di loro per dimensione e spessore della lastra e a seconda dell’utilizzo che si andrà a fare della medesima una volta acquistata.

Come vengono prodotte le lastre di gomma vulcanizzata?

La produzione di gomma vulcanizzata avviene attraverso la lavorazione della gomma che viene riscaldata e successivamente raffreddata per poi essere trattata con vari strumenti come ad esempio macchinari che creano sulla superficie della gomma uno strato più duro rispetto all’interno che invece resta abbastanza morbido, finché non avviene appunto la vulcanizzazione della stessa. Successivamente le lastre di gomma vulcanizzata vengono ritagliate su misura tramite l’ausilio di appositi strumenti di taglio che realizzano un’incisione precisa e netta così da permettere alla gomma di tagliarsi nella maniera più corretta possibile evitando sbavature ecc.

In quali ambiti viene adoperata la gomma vulcanizzata?

La gomma vulcanizzata viene adoperata in molteplici settori come ad esempio nelle grandi industrie e nell’edilizia. Ciò è dovuto alla sua versatilità che la rende adatta ad esempio per la realizzazione di componenti particolari oppure per impermeabilizzare superfici di vario genere. Inoltre può essere adoperata anche per rigenerare vecchi pneumatici di automobili e altri veicoli così da ridurne il costo. La gomma vulcanizzata è quindi un materiale molto importante che ottimizza diverse soluzioni sia in ambito privato che industriale, garantendo la massima efficienza e performanza in tutti i suoi campi d’applicazione

Guarnizioni in gomma su misura

Cosa sono le guarnizioni in gomma su misura?

Le guarnizioni in gomma su misura non sono altro che semplici guarnizioni realizzate appositamente per un cliente oppure per un’azienda. Le guarnizioni costruite su misura permettono di sigillare alla perfezione la superficie sulla quale verranno applicate, evitando che gli agenti atmosferici possano entrare all’interno dell’abitazione e del veicolo al quale sono installate. Ovviamente è possibile realizzare guarnizioni in gomma di diverse dimensioni, dalle più piccole fino ad arrivare a quelle per i macchinari industriali che hanno uno spessore maggiore.

Come vengono realizzate le guarnizioni in gomma su misura?

La realizzazione di tali guarnizioni avviene tramite l’ausilio di presse da stampaggio che ritagliano la gomma seguendo un disegno computerizzato che riporta le dimensioni esatte della guarnizione stessa. Questa tipologia di lavorazione consente di ottenere un prodotto perfetto in ogni dettaglio che si andrà ad adattare alla efficientemente alla sede prestabilita così da garantire un isolamento completo. Inoltre è possibile procedere anche al taglio delle guarnizioni mediante laser, il che permette di ottenere dei risultati altrettanto soddisfacenti. Ovviamente il metodo di taglio viene scelto a seconda dello spessore della guarnizione stessa.

In quale ambito vengono adoperate le guarnizioni in gomma?

Le guarnizioni in gomma vengono utilizzate in diversi ambiti, come ad esempio all’interno di edifici privati e pubblici, all’interno dei veicoli per isolare le portiere e i finestrini e in grossi macchinari industriali quali ruspe e altri. Insomma le guarnizioni in gomma hanno moltissimi utilizzi, e permettono di tenere al lontano acqua e vento. Esistono anche alcune tipologie di guarnizioni che sono particolarmente adatte ai mezzi anfibi, e quindi possiedono uno spessore elevato che riesce a tenere l’acqua al di fuori del veicolo in tutta sicurezza.

 

Estrusione tubi in gomma

Cos’è l’estrusione dei tubi in gomma?

L’estrusione dei tubi in gomma è il processo che consente di realizzare appunto i tubi stessi. Esistono diverse tipologie e metodi di estrusione dei tubi in gomma che variano principalmente per il tipo di tubi che si vuole realizzare. Esiste sia l’estrusione mediante presse idrauliche, sia l’estrusione tramite pressione ad aria compressa. In entrambi i casi si ha la possibilità di ottenere dei tubi in gomma perfetti con dimensioni e diametro diversi a seconda delle necessità del cliente finale o delle aziende.

Come avviene l’estrusione dei tubi in gomma?

Come detto poc’anzi l’estrusione dei tubi in gomma avviene in diversi modi in funzione del modello di tubi che si vuole realizzare. Inoltre, durante l’estrusione dei tubi c’è la possibilità di regolare l’ugello così da ottenere un tubo in gomma delle esatte dimensioni, evitando ogni problema. Con l’utilizzo dell’estrusione mediante pressa è possibile realizzare tubi in gomma perfetti che talvolta non necessitano di successiva lavorazione di rifinitura in quanto il prodotto è perfetto. Ciò permette di ridurre la i tempi di lavorazione del prodotto stesso e di conseguenza anche il costo finale al dettaglio.

In quali ambiti vengono adoperati i tubi realizzati mediante estrusione?

I tubi in gomma realizzati mediante estrusione hanno un vasto mercato che inizia con l’utilizzo domestico fino ad arrivare a quello industriale. Ciò è dovuto alla grande varietà di tubi che si riesce a produrre utilizzando questo sistema e che quindi permette di coprire un’ampia gamma di servizi e clienti finali. I tubi in gomma realizzati con l’estrusione vengono spesso utilizzati anche nell’ambito edilizio dove si utilizzano per moltissimi impieghi come trasportare l’acqua e in alcuni casi anche il cemento o altri materiali liquidi.

 

1 2 8